Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1126
VITTORIA - 11/10/2010
Politica - Vittoria: sempre più avvelenato il clima politico vittoriese in vista delle amministrative

Aiello querelato dal sindaco Nicosia per diffamazione

Nel mirino dell’ex sindaco, presidenza e direzione dell’Amiu. Puccia replica: «Non mi dimetto. Quando collaboravo con lui ero un galantuomo, ora che sto col sindaco che mi ha fatto votare ha cambiato idea»
Foto CorrierediRagusa.it

A nove mesi dalle elezioni amministrative scattano già le prime querele fra i vari personaggi politici. Per un tazebao ritenuto dal contenuto diffamatorio nei confronti del presidente dell’Amiu Gino Puccia, l’ex sindaco Francesco Aiello è stato sanzionato dal Comune. Sarebbe stato affisso senza autorizzazione.

Sarcastico il commento di Giuseppe Nicosia: «Aiello viola persino le ordinanze da lui stesso emanate quand’era sindaco della città. Calpesta qualsiasi regola del vivere civile fino a diventare «abusivo».
Oltre alla sanzione amministrativa, Nicosia ha annunciato querela-denuncia nei confronti dell’ex sindaco per il contenuto ritenuto diffamatorio verso Gino Puccia (nella foto)e Giovanni La Terra. «Quanto al contenuto diffamatorio- ha preannunciato Nicosia- che colpisce amministratori, fra i quali un galantuomo come Gino Puccia, sarà oggetto di querela-denuncia».

La guerra che si combatte fra Aiello e Puccia riguarda la gestione dell’Amiu, specialmente dopo la nomina di Giovanni La Terra a direttore dell’azienda. Puccia, che ha subito un paio di delicati interventi ospedalieri, era intenzionato a dimettersi per motivi di salute e per dedicarsi alla propria attività. Ma gli attacchi di Aiello lo hanno convinto a «stringere i denti», in poche parole a resistere. Il presidente è intenzionato a rispondere pubblicamente in futuro. Per ora si limita a dire che «quando Aiello era sindaco, Puccia era un galantuomo che meritava essere preso in considerazione, adesso che collabora con Nicosia, lo stesso che Aiello mi ha indicato di votare, è da abbattere con ogni infamia».

Neanche Giovanni La Terra è intenzionato a lasciare la direzione dell’Amiu. Soprattutto ora che dall’Ato ha ottenuto in comodato d’uso gratuito una parte del Ccr (Centro raccolta rifiuti), La Terra è intenzionato a iniziare la bonifica di tutte le discariche abusive di materiale elettronico e domestico. «Ringrazio Fulvio Manno e gli altri liquidatori Salvatore Campo e Giuseppe Sulsenti»- ha detto il direttore.

LA REAZIONE DI FRANCESCO AIELLO SULLA VICENDA DEL MANIFESTO ABUSIVO

"Per tre giorni nugoli di vigili urbani hanno pattugliato le mosse di Ad per verificare tempi, luoghi e circostanze dell’affissione di manifesti del comizio del sottoscritto e della esibizione di un cartello con manifesto in Piazza del Popolo. A un certo punto hanno circondato un pannello e lo hanno sequestrato, con verbale di 250 euro. A nulla è valsa la esibizione della ricevuta del pagamento regolare anticipato a fronte del silenzio-assenso di Uffici comunali che costringono a mortificanti attese e ad arroganti mortificazioni.

Ma la cosa triste è verificare che il sindaco di Vittoria ordina il sequestro di un pannello con un manifesto agli oppositori con tanta pubblicità, mentre i manifesti dei suoi amici e del suo comizio in Via Marzabotto erano regolarmente abusivi. Ancora attendiamo di sapere se alcune multe per affissioni irregolari siano state sospese o meno…".