Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 430
SCICLI - 01/11/2017
Politica - Il futuro della struttura

Orazio Ragusa parla del porticciolo di Donnalucata

Soddisfazione per l’incontro ad hoc Foto Corrierediragusa.it

L’on Orazio Ragusa (foto) esprime la propria soddisfazione dopo l’incontro tenutosi nei giorni scorsi nella sede regionale della Protezione civile nel corso del quale, alla presenza del sindaco di Scicli Enzo Giannone, è stata affrontata la questione riguardante la richiesta di autorizzazione all’assessorato Territorio e Ambiente allo scopo di potere procedere con l’iter di progettazione. Tutto ciò, nell´ambito del progetto di messa in sicurezza del porticciolo di Donnalucata per i cui lavori la Protezione civile ha stanziato 3.700.000 euro, si rende necessario per l’eventuale realizzazione delle opere indispensabili ad assicurare, in forma risolutiva, l´operatività delle attività portuali in condizioni di sicurezza. «Dopo anni in cui mi sono occupato di portare avanti il complesso iter che avrebbe garantito risposte importanti alla marineria locale oltre alla nautica da diporto allo scopo di garantire il dovuto impulso al settore turistico – sottolinea l’on. Orazio Ragusa – finalmente è stato possibile attivare un percorso sinergico che vede in campo anche il Comune di Scicli con il precipuo obiettivo di tagliare il traguardo finale che è quello di realizzare l’importante opera per arrivare alla definitiva risoluzione del problema. Siamo convinti, e lo diciamo da sempre, che solo facendo squadra, solo interagendo nella maniera più sostanziale possibile, si possa arrivare a concretizzare l’iter in questione fornendo le risposte necessarie al territorio. Sono dunque positivamente rincuorato da questo ulteriore passo in avanti che va ad integrare l’attività portata avanti dal sottoscritto negli anni con l’obiettivo di assicurare le dovute risposte alla terra iblea in svariati settori».