Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 16:15 - Lettori online 991
SCICLI - 31/08/2017
Politica - L’ambulanza medicalizzata non basta a soddisfare i bisogni della città

Scicli, il sindaco insiste: "Attuare piano sanitario"

Il consiglio comunale affronterà la questione, sarà richiesto incontro al direttore generale Asp Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Enzo Giannone (foto) non si accontenta dell’ambulanza medicalizzata e chiede certezze per l’ospedale Busacca. Nessun passo indietro rispetto ai servizi previsti dal nuovo Piano sanitario regionale che prevede una unità semplice di Medicina generale con 10 posti letto, una unità semplice di Chirurgia generale con 4 posti letto;, una unità di Lungodegenza con 24 posti letto, una unità di Recupero e Riabilitazione funzionale con 34 posti letto; ed un servizio di Anestesia. Erano previste inoltre le unità di Medicina generale e Chirurgia generale, oltre al servizio di Anestesia.

«Per quanto ci riguarda –dice il sindaco Giannone– non facciamo alcun passo indietro rispetto a quanto ha richiesto il Consiglio comunale e rispetto alla medicalizzazione dell’ambulanza del primo intervento chiediamo precise rassicurazioni al Direttore generale che la sua istituzione non comporti alcun depauperamento o penalizzazione dei servizi di primo soccorso oggi esistenti presso l’Ospedale «Busacca. L’istituzione dell’ambulanza medicalizzata deve essere un servizio che arricchisce e amplia il servizio di primo soccorso già esistente, non può e non deve essere certamente un abbassamento degli standard oggi in atto. Ho già chiesto al Presidente del Consiglio comunale di attivare il Consiglio comunale perché torni in tempi brevissimi a discutere della problematica sanitaria a Scicli, in attesa peraltro di avviare un confronto diretto sull´ospedale "Busacca" con il direttore generale dell’Asp».