Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 29 Giugno 2017 - Aggiornato alle 19:07 - Lettori online 591
SCICLI - 17/06/2017
Politica - Dopo tante polemiche innescate dalla chiusura per un giorno per disimpegno della cooperativa

Start Scicli chiede chiarezza su gestione culturali

L’argomento sarà affrontato in consiglio comunale. Il movimento critico con l’opposizione Foto Corrierediragusa.it

Start Scicli chiede chiarezza. Il movimento che sostiene il sindaco Enzo Giannone ed è presente in giunta con due assessori, tra cui quello al turismo e vicensindaco Caterina Riccotti, non vuole zone d’ombra sulla gestione dei siti culturali che nei giorni scorsi sono rimasti chiusi per un giorno a seguito del disimpegno della cooperativa che finora ha gestito il servizio. Il sindaco è prontamente intervenuto affidando a personale comunale l’apertura dei siti e la relativa guida ma le polemiche sulla gestione si sono inseguite. Proprio per questo Start Scicli ha chiesto di affrontare il caso in consiglio comunale.

Dice in un documento il Movimento: «Abbiamo protocollato una richiesta di accesso agli atti in modo da comprendere bene la situazione dell´associazione aggiudicataria, a seguito di una nota pervenuta al protocollo del comune di Scicli ed inviata per conoscenza al Consiglio Comunale, dove un associato rappresentava i mancati adempimenti da parte del presidente e del direttivo della suddetta associazione. Il nostro pensiero e la nostra attenzione è rivolta soprattutto ai tanti ragazzi che giornalmente accompagnano i visitatori alla scoperta dei luoghi di Montalbano o li introducono alle bellezze artistiche della nostra città, mettendo in campo professionalità e competenze, ma che alla fine sono gli unici a pagarne le spese.

Sostituendoci quindi ad una parte dell´opposizione che solitamente si è mostrata attentissima nel denunciare o far rilevare situazioni molto meno dubbie e chiare di questa, abbiamo inoltre presentato al Presidente del Consiglio Comunale, un´interrogazione consiliare per far luce sulla situazione dei siti culturali con l’auspicio di ricevere chiarimenti e delucidazioni da parte dell´amministrazione Comunale durante la prossima adunanza del Consiglio Comunale».