Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 871
SCICLI - 14/11/2016
Politica - Il preside candidato sindaco in piazza

In 500 al comizio del candidato Enzo Giannone con la moglie Costanza

Ribadite le linee guida del programma elettorale Foto Corrierediragusa.it

Più di 500 persone hanno affollato sabato sera piazzetta Gramsci a Scicli per il primo comizio del candidato sindaco di Scicli Enzo Giannone. Una folla convinta per la prima uscita pubblica ufficiale del candidato sindaco Giannone che è stata aperta dalla moglie Costanza (foto), la quale ha presentato il coniuge candidato ad una competizione non facile, a cui hanno fatto seguito tutti i complessi temi del momento: democrazia e partecipazione, buon governo e legalità nella gestione della cosa pubblica, centro urbano e periferie, qualità della vita del cittadino, protagonista del suo destino, e una proiezione lunga e duratura sul turismo culturale che è uno dei volani della new economy di Scicli. In particolare Giannone ha voluto sottolineare l´importanza della partecipazione democratica ai processi che determinano le scelte politiche sulle cose da fare che sono una città a dimensione – persona, che vuole dire rispetto assoluto dell’ambiente, vivibilità del centro storico e delle periferie non più assunte come elemento secondario del tessuto urbano ma come riferimento di vita collettiva con le proprie necessità e richieste che vanno da un miglioramento della qualità della vita dei residenti ad un conservazione del patrimonio identitario che sono la forza della tradizione dell’intera collettività.

Questo è stato il senso di un’iniziativa pubblica che ha rispolverato vecchi ma ancora efficaci metodi che superando mode e modernità informatiche si è rivolta in modo diretto ed esclusivo a un pubblico variegato legato da percorsi diversi ma da unici obiettivi tra generazioni magari distanti nel tempo ma con comuni denominatori. Una «Rivoluzione Gentile» firmata Enzo Giannone sindaco che vuole puntare sul realismo dei problemi e delle soluzioni e non guardare a ipotesi svuotate di contenuto, rivolgendosi chiaramente alle altre politiche in campo. Una stoccata che dimostra da parte di Giannone concretezza ma anche determinazione a vincere.