Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 561
SCICLI - 21/01/2015
Politica - Reggerà le sorti dell’ente nei prossimi mesi

Si è insediato il commissario straordinario a Scicli

Il ministero dell’interno deciderà se commissariare il comune con tre funzionari della carriera prefettizia Foto Corrierediragusa.it

«Per formazione professionale sono abituato a guardare il lato delle responsabilità dell’incarico che mi viene affidato, tuttavia, non posso non sottolineare di sentirmi onorato del compito affidatomi dal Presidente della Regione. Tutti sanno che il Comune di Scicli è un comune importante non solo per numero di abitanti, quanto per quello che rappresenta nella storia paesaggistica, architettonica e culturale della Sicilia». Sono le parole pronunciate in municipio dal commissario straordinario del comune di Scicli Ferdinando Trombadore (foto), 50 anni, modicano. Il Commissario ha precisato che l’incarico attiene alla gestione del Comune con i poteri del sindaco e della giunta ed è conseguenziale alle dimissioni rassegnate dal sindaco prima di Natale. La nomina rientra nell’alveo della collaborazione istituzionale tra la Regione Siciliana e il Ministero dell’Interno, già proficuamente realizzata in passato. Il Commissario ha inoltre spiegato che l’incarico ricevuto non ha alcuna attinenza con quello svolto dalla Commissione di accesso nominata con decreto prefettizio.

Fra le prime attività del Commissario l’approfondimento delle tematiche legate allo stato del bilancio comunale. Da tempo è stato presentato un Piano Pluriennale di Riequilibrio economico finanziario, che riveste una fondamentale importanza per la vita dell’Ente. Particolare impegno sarà profuso sul piano dell’ordine pubblico, anche alla luce degli ultimi fatti delittuosi che si sono verificati in città.

Trombadore è stato nominato dal presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta dopo le dimissioni del sindaco Franco Susino, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Nel frattempo la giunta, o meglio, quel che ne restava con Savarino (vice sindaco), Schillaci e Basilico, è decaduta. Ferdinando Trombadore, vice prefetto aggiunto alla prefettura di Ragusa, è responsabile dell´area terza relativa alla depenalizzazione. Il funzionario ha svolto servizio anche alla prefettura di Catanzaro e di Siracusa prima di essere assegnato a Ragusa: ha avuto anche incarichi di commissariamento in alcuni comuni del Catanzarese. Trombadore succede alla commissione straordinaria di accesso che proprio in questi giorni ha concluso il suo lavoro di indagine sulle possibili infiltrazioni mafiose in senso all’ente comune, consegnando la relazione finale al prefetto di Ragusa.

Sulla base di questa documentazione il ministero dell´interno deciderà se procedere allo scioglimento dell’ente e del consiglio comunale, commissariando il comune con tre funzionari della carriera prefettizia che resteranno in carica almeno 18 mesi con l´obiettivo di riportare l´ente alla normale amministrazione. In questo caso il commissario appena nominato dalla Regione decadrebbe in modo automatico per fare largo alla commissione prefettizia, mentre in caso contrario resterebbe in carica fino alle prossime elezioni amministrative.

Intanto qualche giorno fa si erano dimessi da consiglieri comunali Rocco Verdirame e Salvatore Pellegrino. L’annuncio era stato ufficializzato lunedì sera dagli stessi interessati durante l’ultima seduta della civica assise. Alla base della decisione dei due ex consiglieri la situazione politica piuttosto difficile che sta attraversando l’ente sciclitano.