Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1138
SCICLI - 03/01/2014
Politica - Il sindaco tergiversa ancora nella nomina della compagine amministrativa

"Susino, datti una mossa". Scicli: opposizioni incalzano

Critiche anche al presidente del Consiglio comunale che non ha ancora nominato le commissioni permanenti Foto Corrierediragusa.it

Franco Susino è ancora in mezzo al guado. Ha azzerato la giunta ma non ha ancora nominato i nuovi assessori. Il sindaco si guarda intorno ma è sempre più difficile per lui visto che non ha una maggioranza cui fare riferimento. Gli undici consiglieri di opposizione hanno indirizzato al sindaco un documento con il quale Susino è invitato a far presto e soprattutto a tenere presente "qualità professionale e competenza amministrativa" nella scelta dei suoi nuovi uomini.

"Gli suggeriamo di individuare, scrivono in un documento i consiglieri di opposizione, i nuovi amministratori fuori dalle indicazioni che i suoi partiti di riferimento gli hanno fatto sin ora, fra le professionalità riconosciute ed apprezzate nel territorio ma anche fra soggetti che conoscano una macchina amministrativa terribilmente inviluppata da questi due ultimi anni di governo.
Perché questa scelta avvenga in completa trasparenza rispetto alle scelte politiche future che questo Sindaco vuole intraprendere, evidentemente, ci aspettiamo che il primo cittadino sia in grado di assumere le proprie decisioni prima del 9 di gennaio, allorché il Consiglio Comunale sarà chiamato nuovamente ad esitare il piano di bilancio".

L´opposizione critica poi l´atteggiamento del presidente del consiglio Bramanti che non procede alla nomina delle commissioni consiliari permanenti. "A tutto ciò ci aspettiamo che si ponga rimedio già nella prossima settimana, diversamente non potremo sottrarci dall’interpretare in maniera ancora più dura il ruolo di opposizione che oggi ci troviamo a svolgere, al fine di porre una definitiva accelerazione alla conclusione di un’esperienza che, ogni giorno che passa, si va rivelando sempre più insopportabile per la città".