Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 733
SCICLI - 25/02/2011
Politica - Scicli: la verifica politica altro non era se non un pretesto per estirpare il "virus" Pid

A Scicli il sindaco "fa fuori" Miceli. Entusiasmo per Casini

Il leader dell’Udc ha incontrato amici e simpatizzanti a Scicli e Ragusa

A Scicli, inviolabile roccaforte di Orazio Ragusa, non c’è spazio per il Pid di Peppe Drago. Almeno non in giunta, dove l’assessore Maurizio Miceli è stato fatto fuori (politicamente) dal sindaco Giovanni Venticinque. Miceli ha quindi pagato dazio con la sfiducia il suo passaggio dall’Udc al Pid.

E in giunta tutto torna come prima: l’Udc recupera difatti l’assessore mancante con Pietro Sparacino, uomo di fiducia del deputato regionale Ragusa, al quale sono state affidate le stesse deleghe prima detenute da Miceli: servizi sociali e manutenzioni. La tanto attesa verifica altro non era quindi se non una sorta di «autodifesa» dal «virus» Pid, estirpato dalla giunta prima che potesse mettere radici e già messo in quarantena una settimana fa con l’azzeramento delle deleghe. Insomma, il classico caso della montagna che partorisce il topolino visto che sono stati in pratica riconfermati cinque assessori su sei. In effetti, lo stesso Ragusa aveva chiuso la porta a Drago, che aveva offerto un ramoscello d´olivo.

Avrebbe fatto meglio Venticinque a dire chiaro e tondo: «Non vogliamo il Pid in giunta e quindi Miceli è diventata persona sgradita, da sostituire prima di subito con un altro uomo targato Udc». Cosa che è puntualmente avvenuta con l’entrata in giunta di Sparacino. Intanto oggi è arrivato Pierferdinando Casini, che, prima dell’incontro ufficiale a Ragusa a mezzogiorno con esponenti del partito e simpatizzanti, si è concesso una visita a Scicli, dove ha incontrato il suo amico Ragusa, sindaco e giunta.