Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 619
SANTA CROCE CAMERINA - 24/05/2012
Politica - Intanto si è insediato il consiglio comunale, Maria Zisa presidente

Voto S. Croce: Giovanni Barone presenta ricorso al Tar

Il candidato a sindaco è stato sconfitto per soli 3 voti da Franca Iurato

Per soli tre voti non piace essere sconfitti, soprattutto se i voti della lista collegata sono stati superiori a quelli della lista del candidato sindaco vincente. Giovanni Barone, candidato per la lista civica «Noi ci crediamo», battuto per soli tre voti il 6 e 7 maggio da Franca Iurato, dopo l´esito del voto era amareggiato e avvilito.

A freddo e indagando sulle operazioni di voto che si sono svolte nelle otto sezioni elettorali, l´amarezza si è trasformata nella sensazione che forse molti scrutini non sono andati come dovevano andare. Barone ieri mattina, in conferenza stampa, ha annunciato ufficialmente che è stato presentato ricorso al Tar di Catania dal legale Alessia Giorgianni del Foro di Messina.


«Chiediamo – ha specificato il ricorrente – il riconteggio totale di tutte le schede, perché, oltre al fatto che lamentiamo la mancata attribuzione di voti al candidato sindaco Barone. Lo spoglio delle schede si poteva fare meglio. Alcune sezioni – precisa – hanno usato un metodo per lo spoglio delle schede votate mentre altre ne hanno usato un altro». Sei sezioni su otto infatti, ha rilevato Barone, hanno proceduto allo svuotamento contemporaneo dell´urna contenente le schede votate con l´attribuzione delle preferenze per candidato sindaco e candidati al consiglio comunale in modo non conforme alla legge, che prevedeva il prelievo di una scheda alla volta dall´urna e la lettura delle relative preferenze.

«Alla luce di ciò – ha proseguito Giovanni Barone - invitiamo il neo sindaco a non presentare un controricorso affinché si faccia chiarezza una volta per tutte sui dubbi sorti e la signora Iurato stessa possa continuare a svolgere la sua funzione.

Martedì sera intanto il nuovo consiglio ha eletto presidente Maria Zisa e vice presidente Guglielmo Fidone, ambedue eletti nella lista della Iurato. Anche questa decisione non è stata apprezzata da Barone. «Alla faccia del riconoscimento politico! – ha infatti ironizzato – Non è stato riconosciuto il fatto che i nostri cinque consiglieri hanno preso in totale più voti dei loro dieci consiglieri eletti».