Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 663
SANTA CROCE CAMERINA - 12/04/2012
Politica - Non esiste più il centrodestra né tantomeno il centrosinistra

Sono 5 i candidati sindaco di Santa Croce

Salvatore Caruso, Franca Iurato , Giovanni Giavatto, Giovanni Barone, Piero Mandarà

Saranno cinque i candidati a sindaco alle elezioni comunali della cittadina: Salvatore Caruso, Franca Iurato , Giovanni Giavatto, Giovanni Barone, Piero Mandarà. Un record per la cittadina da quando, nel 1992, esiste il sistema elettorale dell’elezione diretta del sindaco. In queste elezioni comunali il dato di fatto è che non esiste più il centrodestra né tantomeno il centrosinistra, frantumati da una implosione interna alle rispettive coalizioni che hanno prodotto due candidati per raggruppamento politico. E’ stato così a destra dove Piero Mandarà, 50 anni, dipendente Asp, ex assessore provinciale, ha iniziato la diaspora candidandosi autonomamente al di fuori della coalizione formata dai tradizionali partiti di centrodestra, che nelle due precedenti tornate elettorali avevano espresso un unico candidato sindaco, l’uscente Lucio Schembari.

Il resto della coalizione di centrodestra ha puntato invece su Giovanni Barone, 55 anni, medico, dipendente Asp, presidente del consiglio comunale uscente, che rappresenta la naturale continuazione dell’esperienza politica e amministrativa del sindaco uscente Lucio Schembari. Giovanni Barone avrà l’appoggio di «Territorio», dell’Udc - dal quale proviene lo stesso candidato sindaco - , del Pid e del movimento «Noi ci crediamo», sul quale sono confluiti elementi di diversa provenienza politica e molti giovani provenienti da associazioni e dalla società civile. L’unico candidato che rappresenta un partito politico tradizionale è invece Franca Iurato, 61 anni, ex bancaria, ex coordinatrice locale del Pd, che viene appoggiata, oltre che dai democratici, dall’Mpa e da un gruppo di agricoltori locali.

La candidatura di Franca Iurato è scaturita, anche questa, dalla frantumazione della coalizione di centrosinistra, dove il Pd ha deciso di presentare un proprio candidato dopo la rottura con la sinistra, composta da Sel, Idv e dal neonato movimento «Città Futura», rottura creata dalla volontà del Pd stesso di voler mantenere la candidatura a sindaco che in un primo momento gli veniva osteggiata dalla sinistra stessa. Alla fine la sinistra ha fatto corsa a sé candidando Salvatore Caruso, 52 anni, commercialista, presidente del consiglio comunale dal 1992 al 1997, presentato come volto nuovo della politica locale, che raccoglie le adesioni della sinistra tradizionale e di un neonato movimento giovanile. Giovanni Giavatto invece è il candidato sindaco di una lista autonoma, senza collocazioni politiche. Architetto, 67 anni, Giovanni Giavatto ha deciso di schierarsi al di fuori degli schemi dei partiti o delle coalizioni tradizionali, improntando la campagna elettorale su un rapporto diretto con i cittadini e dando una connotazione popolare alla sua lista.