Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 715
SANTA CROCE CAMERINA - 20/07/2011
Politica - Ad annunciarlo è il deputato regionale Innocenzo Leontini

A breve la luce per il nuovo direttivo del Pdl di S. Croce

Era stato lo stesso commissario cittadino Allù a stilare una rosa di nomi da inserire nel direttivo

Sarà ufficializzato a breve il nuovo direttivo del Pdl locale. Ad annunciarlo è il deputato regionale Innocenzo Leontini che da aprile, con la nomina di Maurizio Allù a commissario a tempo del Pdl locale, ha seguito e coordinato l’evolversi del dibattito politico del centrodestra della cittadina.

Era stato lo stesso commissario cittadino Allù a stilare una rosa di nomi da inserire nel direttivo dopo le indicazioni emerse nel corso di alcune assemblee nelle quali l’onorevole Leontini aveva dettato il metodo, condiviso da tutta la base, di composizione dell’organo politico. Adesso, dopo attente riflessioni e dopo un assestamento politico del Pdl a livello provinciale con il riavvicinamento della componente di Leontini con quella di Minardo, pare, come annunciato dal deputato ispicese, che il direttivo del Pdl santacrocese è pronto.

Leontini ha tenuto conto nella sua composizione di inserire gli eletti, i simpatizzanti e gli amministratori, tenendo in considerazione le due anime del partito, quella che fa riferimento agli amministratori locali, quindi vicina al sindaco Schembari e quella vicina agli amministratori provinciali, i fratelli Piero e Salvatore Mandarà. Il comitato direttivo del Pdl dovrebbe, secondo sempre l’onorevole Leontini, avviare la fase di rilancio politico del Pdl locale in quanto non si prospettano a breve i congressi provinciali e nazionali del partito.

Il direttivo, sostiene ancora Innocenzo Leontini, dovrebbe curare la situazione di contrasto all’interno del partito e tra il Pdl e l’amministrazione comunale. Chiariti tali passaggi e definita la «normalizzazione», è la road map tracciata dal deputato, si potrà arrivare alla definizione del candidato a sindaco per le prossime elezioni della primavera del 2012 con la verifica delle alleanze e le decisioni susseguenti a tali alleanze.