Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 906
SANTA CROCE CAMERINA - 22/05/2011
Politica - Il comitato direttivo stenta a costituirsi

Fase di stanca nel Pdl di Santa Croce Camerina

Ci sta lavorando Maurizio Allù

Doveva costituirsi nel giro di pochi giorni il comitato direttivo del Pdl locale dopo l’assemblea di attivisti del centrodestra dello scorso 8 maggio, presente il deputato regionale Innocenzo Leontini. Il coordinatore provinciale del Pdl in quella occasione aveva spronato la base a lavorare insieme al coordinatore cittadino da lui nominato, Maurizio Allù, per cercare di assemblare un direttivo responsabile che potesse iniziare una certa attività di rilancio del partito nella cittadina.

Ne era scaturito, in effetti tra diffidenze delle due anime del Pdl, quella «locale» che fa riferimento al sindaco Lucio Schembari e quella «provinciale» che fa riferimento ai fratelli Piero e Salvatore Mandarà, un accordo sulla composizione dell’organismo in cui dovevano entrare a far parte gli eletti locali e provinciali, la base storica del partito e nuove figure provenienti dalla società locale. Questo organismo doveva essere definito dopo una settimana dall’assemblea di inizio maggio ma fino ad oggi la sua composizione è ancora in alto mare. «Stiamo lavorando per definire questo direttivo – è stata la risposta del coordinatore Maurizio Allù – E’ chiaro che se si vogliono far partecipi nuove figure occorre che, una volta contattati, si dia loro tempo per riflettere e dare il proprio assenso.

Se si vuole infatti un organismo equilibrato – precisa Allù – occorra che si lavori affinché questo direttivo sia condiviso così da essere pienamente legittimato da tutti». La posizione «diplomatica» del coordinatore del Pdl stride in modo molto evidente con quella di Piero Mandarà, assessore provinciale ai servizi sociali, capofila della componente «provinciale» del Pdl santacrocese che, in una intervista, ha ammesso la premessa alla domanda del suo intervistatore che, in merito al decollo del Pdl locale voluto da Leontini, tale evoluzione non sta avvenendo per una serie di ostacoli di varia natura.

Il direttivo quindi su cui sta lavorando Allù, da quello che si comprende, non riesce quindi a decollare per una serie di ostacoli di non ben precisata origine. Non si sa se sugli uomini o addirittura sui possibili candidati a sindaco del Pdl per le prossime amministrative. Nella stessa intervista infatti Piero Mandarà conferma la «sua disponibilità» a candidarsi a sindaco, cosa peraltro ben nota da tempo, ed «esorcizza» possibili candidati che non vivono e lavorano a S.Croce, dei quali è girata la voce ultimamente. Una quadratura del cerchio quindi sembra difficile per il coordinatore Maurizio Allù nel tentativo di costituire il nuovo direttivo, che sembra destinato a prendere tempi più lunghi di quelli preventivati inizialmente.