Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 735
RAGUSA - 28/07/2010
Politica - Ragusa: giorni caldi per i "posizionamenti strategici"

Uomini chiave del centro destra nei posti che contano

Nino Minardo, Innocenzo Leontini, Carmelo Incardona, Orazio Ragusa e Peppe Drago hanno trovato la quadratura del cerchio Foto Corrierediragusa.it

Le grandi manovre di mezza estate. Il centro destra si prepara a varare una grande strategia che piazzerà esponenti di primo piano ai posti chiave del governo della Provincia. Nino Minardo, Innocenzo Leontini (nella foto), Carmelo Incardona, Orazio Ragusa e Peppe Drago avrebbero trovato la quadratura del cerchio e si preparano già entro la settimana a lanciare i propri uomini.

Sicuro di una poltrona è Maurizio Tumino che Nino Minardo vuole alla guida del consorzio universitario al posto dell’uscente Gianni Mauro. Il Pdl, sponda lealista, avrà invece la presidenza del consorzio Asi ed ha designato alla carica Salvatore Mandarà; alla presidenza della Soaco dovrebbe andare un uomo di primo piano in quota Udc. Anche perché il sindaco Giuseppe Alfano, al fine di evitare una possibile crisi di governo con l´uscita dell´Udc dalla giunta, ha chiesto un mese di proroga prima di revocare la sua autonomina alla Soaco e darla allo scudo crociato nel rispetto del patto pre-elettorale.

Gli assetti del potere riguardano anche l’amministrazione provinciale dove ormai l’Udc è un convitato di pietra o quasi. Dopo l’abbandono di Vincenzo Pitino, trasferitosi al Pdl Sicilia, e di Raffaele Schembari, dichiaratosi indipendente, il partito di Peppe Drago conta solo su tre consiglieri provinciali: troppo pochi per avere la presidenza della provincia e ben tre assessori come Giovanni Di Giacomo, Enzo Cavallo e Giuseppe Giampiccolo. Qualcuno dovrà sloggiare, anche perché le truppe Mpa premono da tempo, per non parlare dello stesso Innocenzo Leontini che reclama un assessorato per uno dei suoi. In casa Udc c’è forte malessere ed Orazio Ragusa scalpita per piazzare Gianluca Tidona in giunta.

Stazionarie le quotazioni di Enzo Cavallo e Giuseppe Giampiccolo; Sebastiano Failla pressa, invece, per sostituire l´assessore Giuseppe Cilia con Ivana Castello. L’Udc tuttavia è in piena crisi di identità ed ha chiesto agli alleati tempo per mettere ordine in casa propria. La verifica alla provincia potrebbe slittare a settembre ma è ormai sicuro che Franco Antoci dovrà risistemare la sua giunta.