Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1005
RAGUSA - 30/03/2010
Politica - Ragusa: presentato il candidato della mozione Mattarella

Salvo Zago verso la prima segreteria provinciale del Pd

Le 3 mozioni si sfideranno nel segreto dell’urna, ma i giochi sembrano fatti. Il comisano, appoggiato da Gianni Battaglia appare super favorito su La Rocca e Massari

Tre candidati per una segreteria provinciale. Il congresso del Pd sarà un’occasione per contarsi, anche se il risultato appare piuttosto scontato. Super favorito appare ’ex deputato regionale Salvo Zago. Sebbene le anime del Pd siano suddivise in tre mozioni, Zago sembra essere la figura più catalizzante ed emblematica dell’unione interna al partito. Alla conferenza stampa presso la sede provinciale della federazione, erano presenti Gianni Caruano, portavoce della mozione, Gianni Battaglia, Angela Barone consigliere provinciale del Pd e lo stesso Zago.

«Il coordinamento provinciale – ha spiegato Zago – rappresenta una sfida su un duplice orizzonte: uno interno ed uno esterno. Su entrambi i fronti il quadro attuale presenta numerose criticità da affrontare velocemente e con interventi condivisi, approfonditi e mirati». Secondo il candidato, l’azione di un gruppo dirigente responsabile e lungimirante dovrà caratterizzarsi per le soluzioni da perseguire per il superamento di queste criticità. Infine Zago ha delineato quali i temi e le problematiche che il Pd dovrà affrontare per divenire una valida alternativa di governo e tutti i livelli: dalle problematiche legate al territorio ed all’ambiente, a quelle economiche, imprenditoriali, occupazionali e sociali.

«Per questo – ha concluso il rappresentate della Mattarella – occorre costruire organismi direttivi in grado di percepire, ascoltare ed interpretare la società, la base, le istanze che dal territorio provengono».