Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 927
RAGUSA - 22/03/2010
Politica - Ragusa: domenica di lavoro per i dirigenti provinciali del Partito democratico

Pd, slitta di 24 ore la presentazione dei candidati alla segreteria

In vista del congresso del 18 aprile emerge un quadro confusionario e frammentario. Salvo Zago appare il favorio, l’unico in grado di fare convergere i maggiori consensi
Foto CorrierediRagusa.it

Il termine per la presentazione dei candidati alla segreteria provinciale del Pd è slittato di 24 ore. Da domenica a lunedì sera entro e non oltre le 20. In vita dei congressi del 18 aprile l’unità sembra lontana e irraggiungibile. Finora le novità emerse sono due: primo, non c’è ancora una candidatura unitaria come più volte auspicato; secondo, una mozione rinuncia ad avere la sua candidatura. In sintesi, il Pd ibleo non riesce a fare quadrato attorno ad un candidato unico per la segreteria provinciale, passaggio formalmente condiviso dai rappresentanti delle tre mozioni, ma di fatto non realizzato.

Il quadro delineatosi nella giornata di domenica è questo: Salvo Zago (nella foto) è il candidato per la mozione Mattarella e sembra avere le maggiori possibilità. La mozione Lupo, invece, si spacca e presenta due candidati: Giorgio Massari, sostenuto dall’onorevole Roberto Ammatuna, e Giorgio La Rocca, sostenuto dall´ex deputato Sebastiano Guerrieri.

La mozione Lumia rappresentata da Pippo Digiacomo attualmente coordinatore provinciale, improvvisamente ritira i nomi dei candidati che circolavano fino a venerdì scorso (Bellassai e Barrera) ed annuncia che dividerà i voti in favore di altri.

Il gruppo dirigente di Comiso, facente capo alla mozione Lumia, appoggerà Salvo Zago, tutto il resto Giorgio La Rocca. Un quadro tutt’altro che unitario e condiviso, bensì confusionario e disgregato. Si tenterà fino all’ultimo di cercare un ticket almeno per quanto riguarda la mozione Lupo che potrebbe ancora avere dei ripensamenti e convergere tutta su Zago, o su La Rocca. Se ciò dovesse accadere, di fatto si concretizzerebbe una forte concentrazione di voti sul comisano Zago.