Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 795
RAGUSA - 03/03/2010
Politica - Ragusa: l’assessore Tiziana Serra si sente offesa dal sindaco del comune capoluogo

Dipasquale: "Prima di parlare, Modica paghi la discarica"

Lo scontro nel corso della riunione per discutere del futuro del parco degli Iblei

Nello Dipasquale perde il suo aplomb e provoca lo scontro istituzionale. Il sindaco di Ragusa perde le staffe e lo fa con l’assessore all’ambiente del comune di Modica, Tiziana Serra.

Nei confronti della signora, avvocato e assessore il buon Nello è stato poco galante sia sul piano umano sia su quello istituzionale tanto da indurre il suo collega Antonello Buscema, con il quale aveva brindato appena qualche settimana fa salutando il rinnovato »entènte cordialé» Modica Ragusa, a prendere le difese della esterrefatta signora Tiziana.

«Non vado più a riunioni dove c’è il sindaco di Ragusa» ha confessato al suo sindaco l’assessore: « Lei è un intollerante» ha detto la Serra, «Lei non ha titolo per parlare e poi dica al suo sindaco di pagare le rate della discarica di Ragusa» ha replicato piccato Dipasquale. A far scattare l’ira del sindaco di Ragusa l’atteggiamento della Serra a proposito dell’istituendo parco degli Iblei. Tiziana Serra non ha trovato di meglio che alzarsi e battere in ritirata dirigendosi subito verso palazzo S. Domenico. Lo scontro istituzionale era ormai consumato ed il sindaco di Modica non ha potuto far altro che chiedere conto e ragione a Dipasquale che, dicono i suoi più stretti collaboratori, non intende fare marcia indietro e di ambientalisti non vuole più sentire parlare.

«Non accetto lezioni sul senso di responsabilità- si limita a dire Dipasquale- Soprattutto se penso da quale pulpito, anzi comune, viene la predica». Per il presidente della provincia Franco Antoci alla vigilia del confronto sul parco degli Iblei non è sicuramente un buon inizio anzi è una bella gatta da pelare.