Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 442
RAGUSA - 05/11/2009
Politica - Ragusa: i fedelissimi di Lumia scrivono al segretario nazionale

Paure di faide nel Pd, i "lumiani" si rivolgono a Bersani

Digiacomo: «Contro Lumia vendette e linea sanguinaria. Chiedo a Bersani di essere garante del pluralismo e di un processo unitario della gestione del partito»
Foto CorrierediRagusa.it

Non è il partito dell’era Stalin-Togliatti, ma le paure di finire emarginati sono uguali. Paura di essere fatti fuori da un sistema che privilegi il metodo delle faide «sanguinarie» piuttosto che la politica del pluralismo e del rispetto dei perdenti e delle correnti minoritarie. Questo è il senso della lettera aperta scritta dalle donne e dagli uomini che alle ultime primarie del Pd hanno sostenuto Pierluigi Bersani e Beppe Lumia, naturalmente con l’avallo del segretario provinciale uscente Pippo Digiacomo.

Adesso si elegge il segretario regionale. Un accordo Lupo-Mattarella (che sembra già esserci) metterebbe all’angolo Lumia. E infatti, in vista di questa strategia che fa grandi e forti i vincenti e piccoli e deboli i perdenti, molti sostenitori che alle primarie hanno votato Lumia stanno per transitare verso Lupo. Normalissimo, non succede solo nel Pd, ma anche nel Pdl.

L’accorata lettera al segretario evidenzia i pericoli e mette le mani avanti. «In questa fase conclusiva del congresso- scrivono i sostenitori di Bersani e Lumia- nella quale si eleggerà il segretario e si stabiliranno gli assetti regionali, chiediamo il tuo autorevole intervento per garantire il rispetto del pluralismo e favorire un processo unitario nella gestione del partito, scongiurando il rischio di una linea «sanguinaria» e vendicativa che sembrerebbe profilarsi a danno di quanti hanno sostenuto la candidatura di Giuseppe Lumia».

Anche in provincia di Ragusa corrono voci che molti sostenitori di Lumia siano pronti per traghettare verso Lupo, che avrebbe già stretto un accordo con Mattarella per definire nuovi ruoli e scenari: Lupo segretario, Mattarella vice, Lumia niente. E’ quello che vogliono scongiurare i fedelissimi di Lumia con l’appello accorato al segretario nazionale.

«Siamo certi che saprai ascoltare questa richiesta- conclude Digiacomo- che vuole far vincere la buona politica in contrasto con l’esasperato, nevrotico individualismo e lo sgomitare sempre più affannoso e insensato di chi ha solo ossessione per il potere senza alcuna passione per le idee; quella buona politica che tira fuori le energie migliori di ciascuno, che ti fa sentire parte di un cammino condiviso. Perché, caro segretario, o vince la buona politica o temiamo che il progetto del Pd stenterà a decollare».

(Nella foto Massimo D´Alema e Pippo Digiacomo)