Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1031
RAGUSA - 15/09/2009
Politica - Ragusa: le mozioni Pd affilano le armi in vista dei congressi

Ipotesi Di Stallo segretario, pure Bellassai e Massari in lizza

Si delineano posizioni e spaccature storiche fra i big ragusani. Per Digiacomo, Battaglia e Zago (alleati) sarà un congresso storico verso scenari futuri che prevedono candidature Pd alla provincia e a sindaco di Comiso

Mozione uno, mozione due, mozione tre. Non è un quiz ma da una di queste 3 «buste» dai contenuti politico-programmatico più o meno simili ma sufficientemente utili per differenziare e nascondere- nel contesto di un sano dibattito-conflitto politico- le variegate anime sempre in guerra dell’arcipelago di centrosinistra, uscirà il nuovo segretario nazionale del Partito democratico.

E poiché i segretari, oltre che dai meriti, vengono spinti dal peso delle tessere che sostengono una mozione rispetto alle altre, è molto probabile che Pierluigi Bersani, sostenuto da D’Alema, Bindi e l’ex area Letta, diventi il segretario eletto dal congresso nazionale del Pd. Minori le possibilità di Dario Franceschini appoggiato da Veltroni e Fassino e fors’anche da Rutelli. Minime quelle di Ignazio Marino.

In Sicilia le buste con le mozioni sono quattro. Bernardo Mattarella, Giuseppe Lumia, Giuseppe Messina e Giuseppe Lupo. I favoriti sono Lumia e Mattarella, uniti per Bersani, divisi per conquistare la leadership nell’isola. Chissà se l’uomo della strada riuscirà a capire queste convergenze e divergenze nazionali e regionali! In ogni caso emergono le vecchie fratture fra ex comunisti ed ex democristiani una volta separati dal muro di Berlino e oggi da una sottile parete divisoria di cartongesso che si s’abbatte e s’alza a seconda degli umori mattutini degli inquilini.

In provincia di Ragusa la contesa Mattarella-Lumia ricompatta, nel bene e nel male, gli equilibri e le ostilità storiche. Con Beppe Lumia stanno Giuseppe Digiacomo, Gigi Bellassai, Giuseppe Nicosia, Antonello Buscema e andando fuori provincia Rosario Crocetta. Con Bernardo Mattarella, troviamo Gianni Battaglia, Salvo Zago, Giorgio Chessari e nelle ultime ore anche Tuccio Di Stallo, vice coordinatore di Digiacomo nella fase del traghettamento da Pds a Pd; e per andare oltre confini iblei, Antonello Cracolici, Vladimiro Crisafulli e altri ancora.

Si dovrà aspettare gennaio o febbraio del 2010, ma anche la provincia iblea avrà un segretario eletto dalle mozioni congressuali. Secondo il principio universale delle tessere, sarà un bel testa a testa fra i fedelissimi di Lumia e quelli di Mattarella. In caso di successo dell’una o dell’altra, circola qualche nome del probabile segretario. Tuccio Di Stallo, se dovesse prevalere il peso di Gianni Battaglia, Gigi Bellassai o Giorgio Chessari nel caso i pronostici dovessero saltare. Il più importante obiettivo futuro del Pd è la candidatura per la presidenza alla Provincia del dopo Antoci.

(Nella foto in alto da sx Tuccio Di Stallo, Giuseppe Digiacomo e Gianni Battaglia. Nella foto sotto Salvatore Zago)

Salvatore Zago