Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 706
RAGUSA - 14/09/2007
Politica - Consiglio provinciale

328mila euro per promuovere il territorio
Passa la manovra d´assestamento Aapit

Con i voti favorevoli della maggioranza Foto Corrierediragusa.it

Sono state approvate dal consiglio provinciale le variazioni al bilancio Aapit (l’azienda autonoma per l’incremento turistico), propedeutiche alla manovra d’assestamento.

E’ stato il commissario liquidatore dell’Azienda, Pietro Barrera, a presentare in aula la manovra finanziaria che interessa una somma di 217 mila euro derivante dalla utilizzazione degli avanzi di amministrazione scaturiti dal conto consuntivo 2006, nonché dalle mensilità di stipendio dei dipendenti che dal 1 maggio sono a carico della Regione Siciliana.

La manovra, passata con i voti favorevoli della maggioranza, ammonta complessivamente a 328mila euro da utilizzare per la promozione del territorio.

Dai gruppi di minoranza è stata sottolineata che sulla manovra di assestamento mancava la relazione dei revisori dei conti e il commissario Barrera ha comunicato che era stato richiesta il 16 agosto e quindi trascorsi i termini veniva considerata per data.

Secondo il capogruppo di Sinistra Democratica e presidente della commissione bilancio Alessandro Tumino "si è ancora una volta mostrata l’arroganza amministrativa delle forze di centrodestra nella gestione del denaro pubblico". Tumino spiega che "i consiglieri provinciali non possono discutere su una delibera del Commissario di un ente in liquidazione per quanto il bilancio sia di loro competenza, proprio perché alla delibera mancano i necessari pareri di regolarità tecnica e contabile, il visto del dirigente dell’ente Provincia preposto ai rapporti con l’Aapit e non ultimo il parere dei Revisori dei Conti».

Approvati all’unanimità anche i verbali delle sedute precedenti e due debiti fuori bilancio relativamente a sentenze del Tribunale Civile.
Il consiglio ha poi preso atto della mozione presentata dal consigliere Ignazio Abbate (Sd) sulle colture Ogm, che sarà trattata nella prossima seduta utile del massimo consesso su convocazione del presidente Giovanni Occhipinti (nella foto).