Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 803
RAGUSA - 04/06/2009
Politica - Palermo: saltano le due convocazioni a Sala D’Ercole

Nel centrodestra scoppia la pace e Raffaele Lombardo va

L’assessore Massimo Russo in provincia "Vado avanti per la mia strada"

Nulla di fatto all’Ars. La seduta straordinaria, richiesta da 37 deputati del Pdl e dell´Udc per chiedere spiegazioni al presidente della Regione Raffaele Lombardo sull´azzeramento della giunta e la costituzione del nuovo governo è stata chiusa dal presidente dell’ARS Francesco Cascio per mancanza del numero legale.

Alla prima convocazione delle 11 in aula c´erano i deputati del Pd e solo quattro della maggioranza, più l´assessore Titti Bufardeci in rappresentanza del governo. Bufardeci è stato "costretto" dal pressing dell´opposizione a chiedere il numero legale, con il Pd che in aula ha fatto ostruzionismo al centrodestra, che aveva a sua volta chiesto di rinviare la discussione degli ordini del giorno alla settimana prossima. Alle 14 l´Ars si è riunita una seconda volta, ma anche in questa occasione il presidente Cascio ha constatato che i deputati presenti in aula erano troppo pochi, e ha chiuso la sessione straordinaria, che avrebbe dovuto affrontare la crisi del governo regionale e la costituzione della nuova giunta.

Con ogni probabilità il dibattito in aula su questo argomento non ci sarà mai, visto che appare scontato che l´incontro dopo le elezioni europee tra Lombardo e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi appianerà ogni contrasto all´interno del centrodestra siciliano. "Un voto sulla giunta sarebbe stato prematuro oggi. Ci si è incontrati per prendere atto che non è il momento opportuno", ha commentato Lombardo. Il presidente ha finora nominato solo nove dei dodici assessori della sua squadra di governo, e non ha ancora assegnato le deleghe. Lombardo, come preannunciato nella lettera a Cascio, non si è presentato a Sala d’Ercole, impegnato come è, insieme ai suoi assessori nel tour elettorale.


Massimo Russo,riconfermato assessore alla sanità, è stato intanto in provincia di Ragusa ed ha colto l’occasione per visitare gli ospedali di Ragusa, Vittoria e Modica. « Ottima impressione ha detto Russo che ha confermato che la sua « mission impossible» di mettere ordine nella sanità regionale è ancora all’inizio. « Vado avanti per la mia strada – ha ribadito l’assessore a Modica ed Ispica- Il mio riferimento sono i cittadini ed i lavoratori. Della politica e delle polemiche ho le tasche piene».