Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 847
RAGUSA - 03/06/2009
Politica - Ragusa: per la Rosolini Modica e la Modica Scicli i tempi si allungano

Per i 2 tratti autostradali in provincia servono 333 milioni

Il presidente del Cas Patrizia Valente lo ha comunicato a Franco Antoci

Slittano i tempi per l’appalto dei due tratti autostradali Rosolini Modica e Modica Scicli. Quello che era stato annunciato come assodato appena sei mesi fa è rimesso in discussione.

Il consorzio autostradale siciliano, Cas, ha infatti scoperto di non avere i soldi necessari ed ha rinviato il tutto alla fine di quest’anno. La responsabile del Cas, Patrizia Valente, aveva annunciato l’appalto dei lavori entro il primo semestre di quest’anno lo scorso dicembre ma ha dovuto rivedere la calendarizzazione alla luce dell’insufficienza dei fondi a disposizione. Per il completamento del tratto Rosolini Modica infatti servono ancora 183 milioni di euro che dovrebbero arrivare dai famosi fondi Fas che il governo Berlusconi non ha ancora concesso alla Sicilia e che sono oggi oggetto di confronto politico ed elettorale.

Se il tratto Rosolini Modica è in discussione non se ne parla neppure del tratto Modica Scicli che deve essere rifinanziato con una somma di 150 milioni per coprire i costi crescenti. La classe politica della provincia e quella amministrativa a cominciare dal presidente Franco Antoci farà bene a caricarsi del problema ed intervenire con decisione nelle sedi istituzionali e decisionali perché l’opera sia realizzata nel più breve tempo possibile.

Sull´argomento è intervenuto Roberto Ammatuna che ha sollevato inoltre il problema del finanziamento della bretella che dovrà congiungere il tratto autostradale al porto di Pozzallo e che nei fatti non esiste ancora neppure in previsione.