Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1408
RAGUSA - 02/06/2009
Politica - Ragusa: s’infiamma la campagna elettorale a pochi giorni dal voto

"Guerra civile" nel Pdl, ma da Roma arrivano segnali distensivi

Le due correnti si contano in provincia: 39 consiglieri a 14, al momento prevale l’area Micciché-Minardo su Castiglione-Leontini
Foto CorrierediRagusa.it

Il Pdl decide di contarsi anche in provincia di Ragusa. Al momento prevale l’area Micciché su quella di Castiglione: 39 a 14, almeno stando ai consiglieri che hanno dichiarato la propria appartenenza. Non scendono in campo ufficialmente i parlamentari Nino Minardo ed Innocenzo Leontini che preferiscono invece affidarsi ai loro diretti affiliati.

Il primo effetto della crisi aperta da Lombardo ha sparigliato così le carte nell’alleato maggiore con refluenze in tutte le province siciliane. In 140 si sono già dichiarati a favore di Miccichè e quindi di Lombardo nel siracusano e nell’ agrigentino ed ora arriva il documento con cui gli uomini vicini a Nino Minardo dicono di appoggiare la linea Miccichè. Tra questi il presidente del consiglio provinciale Gianni Occhipinti, il vicepresidente Mommo Carpentieri e l’assessore Salvo Mallia con i consiglieri Vincenzo Pitino e Silvio Galizia.

A Modica Pdl compatta con Luigi Carpenzano Michele D’Urso, Giovanni Migliore, Tato Cavallino, Bartolo Azzaro, Nino Gerratana; a Vittoria Riccardo Terranova, Attilio Maira, Salvatore Artini, Luigi Marchi; a Ragusa Giancarlo Migliorisi e Salvatore Occhipinti ed altre presenze a Scicli, Pozzallo, Acate (Gaetano Masaracchio), Monterosso, Ispica, Giarratana e Comiso.

(NELLA FOTO IN ALTO I DUE LEADER DEL PDL SICILIANO)