Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 453
RAGUSA - 31/05/2009
Politica - La visita del presidente della Regione in provincia

Lombardo pensa al "modello Modica" per il suo nuovo governo

Frecciate pesanti per Giovanni La Via "assessore al caviale"
Foto CorrierediRagusa.it

Palermo come Modica? Raffaele Lombardo guarda all’esperimento Modica dove l’alleanza Pd- Mpa ha dimostrato di funzionare pur costituendo una vera e propria anomalia nel panorama siciliano. "Modica è culla di un esperimento politico da guardare con attenzione. Quando ci si prefigge l’interesse della gente non esiste né destra, né sinistra, né centro", chiosa Raffaele Lombardo.

Il presidente della Regione si mostra tranquillo nel suo giro costiero della provincia. Prima a Pozzallo, poi a Scicli ed infine a Scoglitti fa un bagno di folla e non delude. Lombardo parla a tutto campo e non si fa pregare. La crisi, la convocazione dell’Ars di giovedì, non le europee, sono il piatto forte della giornata. Si toglie qualche sassolino dalla scarpa a cominciare dai suoi ex assessori.
«La Via è andato in giro per fiere in tutta Europa in alberghi a 18 stelle per assaggiare olio, pane, vino e fare colazione con caviale. L’assessorato alla agricoltura pubblica una rivista, «Terra», che costa a tutti i siciliani 470mila euro l’anno. Gli sperperi in questa regione sono tanti: dai forestali, ai netturbini. Per superare la crisi bisogna buttare a mare i traditori perché la barca fa acqua da tutte le parti».

Sul piano strettamente politico Lombardo apre la porta a quella metà del Pdl che si è già auto dimesso nel siracusano e nell’agrigentino. «Grazie del regalo, noi siamo pronti ad accoglierli» manda a dire il presidente al coordinatore regionale Pdl Giuseppe Castiglione; al segretario Udc Saverio Romano che lo ha attaccato invitando Lombardo ad andare alle elezioni dice: «L’Udc è stato invitato ad esprimere un suo uomo per la giunta, ma non ci sta, pazienza, io vado avanti».

Il disegno di legge che Maurizio Gasparri ha annunciato per modificare lo Statuto siciliano e garantire così continuità di governo, pur cambiando il presidente, non turba Lombardo «ha il sapore di una intimidazione; è un atto indegno, vergognoso. Sono sicuro che il presidente Napolitano non lo promulgherà». Poi l’ultimo segnale per Roma diretto, forse, a Silvio Berlusconi. « Non mi possono sfiduciare, la gente li prenderebbe a pernacchie».


(Nella Foto: il presidente Raffaele Lombardo a Scicli)