Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 911
RAGUSA - 30/05/2009
Politica - Ragusa: il voto favorevole sul bilancio arriva alle prime luci dell’alba

Ragusa: approvato il bilancio che taglia i privilegi

Solo due i contrari, tariffe su del venti per cento

Maggioranza ed opposizione a braccetto per il bilancio 2009. Solo Giuseppe Calabrese, Pd, e Giovanni Lauretta, Pd 2, dicono no a Nello Di Pasquale che incassa il sì del Pd.

Nino Barrera, Vito Frisina, Giuseppe Lo Destro,Pd, Sonia Migliore, socialista, sono i protagonisti di un accordo bipartisan che si era verificato a parti invertite quando il sindaco Giorgio Chessari potè godere del il voto favorevole delle opposizioni tra cui lo stesso Nello Di Pasquale, allora Forza Italia.

Vito Frisina, Pd, ha motivato il sì con i margini di manovra ristretti per tutti gli enti locali, con la dichiarata volontà del sindaco di completare alcune opere pubbliche,tra cui il parcheggio davanti al tribunale e tre progetti di riqualificazione del centro storico di Ragusa superiore. Inoltre c’è un impegno per una manutenzione straordinaria dell’edilizia scolastica, la riqualificazione dell’asse viario ed il sostegno a famiglie bisognose ed aziende in difficoltà.

Nel bilancio ci sono anche 51 mila euro per le cosiddette ronde anche se il termine non appare mai nell’emendamento presentato da Filippo Frasca. Il «patto per la sicurezza» prevede il finanziamento di iniziative promosse dai cittadini per la sicurezza dei quartieri.

Il bilancio 2009 prevede sacrifici per i ragusani; aumenta infatti la Tarsu del venti per cento, allo stesso modo crescono il canone idrico e tutte le tariffe a domanda individuale.

«E’ un bilancio che taglia auto blu,consulenti, missioni, e mira al bene della città – dice Di Pasquale che ha anche una parola dolce per l’opposizione- Il voto fa loro onore e supera gli steccati»