Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 859
RAGUSA - 29/03/2009
Politica - Ragusa: eletti dall’assemblea i nuovi organi statutari

Congresso Udc, Pinuccio Lavima nuovo segretario provinciale. Xiumè presidente

Vince l’asse Drago Ragusa ma Lavima è eletto all’unanimità. Torchi non c’era.
Foto CorrierediRagusa.it

Il congresso provinciale dell’Udc incorona Giuseppe Lavima come segretario e porta alla presidenza Rosaria Xiumè.

Vince l’asse Modica Scicli, su Ragusa Vittoria. Peppe Drago ed Orazio Ragusa , i due parlamentari Udc, capiscono che non è il caso di farsi la guerra e di concentrarsi su un militante di lunga data che ha servito nella prima ora di Drago, con la segreteria cittadina di Modica e negli ultimi tre anni è stato la sua spina nel fianco; prima aprendo la strada ad Orazio Ragusa a Modica e poi benedicendolo verso Palermo.

Lavima raccoglie consensi anche nell’area Cosentini e nell’area Antoci, convince anche l´uscente Giancarlo Floriddia di cui è successore, ed alla fine è salutato segretario all’unanimità; non c’è infatti bisogno di votazione ma l’evoluzione dell’Udc verso il nuovo « Partito della Nazione», che nascerà la prossima settimana a Roma per aggregare tutte le forze di centro non confluenti nel Pdl, potrebbe risultare in una segreteria a tempo.

Peppe Drago ed Orazio Ragusa non hanno voluto alzare barricate e steccati, la confluenza su Lavima è stata qualcosa di inevitabile anche per mantenere l’asse Udc spostato verso il versante Modica Scicli.

Al congresso un assente di rilievo, Piero Torchi, che non si è fatto vedere e continua a stare sull’Aventino. I boatos interni all’Udc danno l’ex sindaco di Modica in uscita dal partito, altri ancora in pausa di riflessione.

Sabato in apertura di congresso Venerando Suizzo, ex assessore alla pubblica istruzione del comune di Ragusa, "defenestrato" dal suo stesso partito, ha fatto una analisi impietosa «Siamo stati gratificati dai nostri elettori - aveva detto Suizzo - abbiamo avuto consensi e numeri per fare il nostro lavoro, purtroppo non ho ancora capito cosa abbiamo fatto. Il partito – aveva aggiunto Suizzo – aveva in agenda tanti temi su cui lavorare. Sicurezza nelle città, sicurezza nelle scuole, salute, occupazione. Di tutto questo cosa è stato fatto? Poco. Ecco perché non posso non domandarmi da dove provengano i consensi che ci gratificano».

Suizzo aveva rivolto il suo affondo soprattutto all’operato del partito in tema di istruzione pubblica. «Cosa stiamo facendo per le scuole di Ragusa? Il centrodestra di oggi sta distruggendo il futuro degli insegnanti e dei ragazzi, presto ce ne accorgeremo anche nel nostro territorio, che non sarà di certo risparmiato dai tagli di cattedre». Anche il consigliere comunale a palazzo dell´Aquila a Ragusa Antonio Dipaola ha riservato parole dure per un congresso non proprio da ricordare.

(Nella foto da sx Peppe Drago, Giancarlo Floriddia, Franco Antoci e Giovanni Cosentini)