Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1039
RAGUSA - 18/03/2009
Politica - Vittoria: la verifica amministrativa s’avvia alla fine

Vittoria: Monello si è dimesso da assessore alla cultura

I motivi spiegati al sindaco con una lettera. Resterà consulente alla Cultura. Il suo posto andrà al Pro Scoglitti, Ferrara?

Si è dimesso l’assessore alla Cultura Paolo Monello. Continuerà a collaborare con l’amministrazione come consulente a titolo gratuito. Un gesto maturato da qualche mese e concretizzato poco fa con la lettera delle dimissioni consegnata nelle mani del sindaco Giuseppe Nicosia.

Un gesto che alleggerisce i problemi amministrativi mentre è in corso la verifica. L’assessorato di Paolo Monello andrà sicuramente al Pro Scoglitti, negli ultimi tempi molto insofferente in Consiglio comunale. Pasquale Ferrara è vicino al grande rientro in politica nelle vesti di amministratore. Il sindaco non salta di gioia, ma sarà costretto a prenderne atto.

Monello, «spaesato in un Pd senza bussola», aveva concordato con Nicosia che il patto sarebbe stato a termine, fino a quando ci sarebbero state le condizioni per continuare. Condizioni cessate. «Caro sindaco- scrive Monello- oggi quel momento è arrivato. E lo faccio di mia volontà per due motivazioni. La prima è squisitamente personale e riguarda solo me e la mia famiglia. La seconda è politica e riguarda l’attuale difficile situazione della maggioranza, che è necessario consolidare, integrando nella giunta formazioni oggi non rappresentate e che ti possano e debbano garantire in Consiglio un solido e vero sostegno».

Il «sacrificio» di Monello mira a stemperare gli animi in quei movimenti che hanno recalcitrato per trovare posto nella giunta amministrativa. Chi sarà l’altro assessore ad uscire? E’ probabile che tutto rimanga com’è considerato che il Gap ha già avuto posti di sottogoverno.