Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 19:55
RAGUSA - 11/10/2018
Politica - Una storia infinita e le proroghe e gli annunci non si contano

Elezioni libero consorzio a dicembre: Abbate si propone, Cassì lo frena

La situazione resta molto fluida Foto Corrierediragusa.it

L’autunno è saltato, per le elezioni dei Liberi consorzi in Sicilia si dovrà attendere Dicembre. Lo ha confermato il presidente della Regione Nello Musumeci ma lo si era già intuito dal prolungamento degli incarichi fino alla fine dell’anno per i commissari tuttora insediati alla guida dei Liberi Consorzi. E’ una storia infinita e le proroghe e gli annunci non si contano più ma stavolta, come ha annunciato Musumeci, le elezioni ci dovrebbero essere se i sindaci tra cui bisognerà scegliere il presidente del nuovo ente di secondo livello cominciano ad agitarsi. Il primo a mettere le mani avanti è stato il sindaco di Modica Ignazio Abbate, che si è auto proposto per assumere l’incarico e pare già impegnato a tessere rapporti perché i suoi dieci colleghi (il comune di Vittoria non voterà perchè commissariato) si ritrovino attorno al suo nome ma soprattutto lo facciano consiglieri comunali, partiti e movimenti.

Abbate ritiene di avere le carte in regola ma il sindaco Peppe Cassì, in forma diplomatica, gli manda a dire: «Bisogna trovare un figura di garanzia. Auguri ad Ignazio Abbate, magari avrei gradito quanto meno una condivisione del suo progetto». Cassì non lo dice ma resta il candidato più forte anche perché espressione del capoluogo e può fare sintesi tra il mondo del centro destra e alcune espressioni politiche progressiste. Tra i due litiganti potrebbe esserci, tuttavia, il terzo incomodo. E’ i sindaco di Comiso Maria Rita Schembari che ha alle spalle il deputato Giorgio Assenza e con lui tutto il movimento che ha sostenuto Nello Musumeci nella campagna elettorale per la Regione. Musumeci ne ha già parlato con il suo punto di riferimento sul territorio e ci tiene perché al Libero Consorzio ci sia un suo uomo, o come in questa cosa, una donna. La situazione resta dunque molto fluida.

Nella foto palazzo di viale del Fante a Ragusa, sede del libero consorzio comunale