Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 16 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 11:40
RAGUSA - 31/01/2018
Politica - Si è puntato tutto solo su Marialucia Lorefice

Bocciatura o sfiducia? M5S snobba Ragusa

C’è la sensazione di una presa di distanze da cinque anni di amministrazione Piccitto Foto Corrierediragusa.it

Bocciatura o sfiducia? I vertici del M5S non hanno ritenuto di proporre un esponente grillino del capoluogo alle prossime politiche. Hanno puntato, sia per l’uninominale, che per il plurinominale della Camera, sull’uscente Marialucia Lorefice, quasi a prendere le distanze da cinque anni di amministrazione Piccitto e da tutto quello che questo ha significato. Ragusa è stata spesso indicata a modello dal M5S, sia per l’esperienza, sia per la qualità dell’amministrazione. Le incursioni iblee dei vari Di Maio, Di Battista e dello steso Grillo non sono mancate in questi anni, ma alla prova dei fatti non è bastato per candidare i vari Salvatore Corallo, Massimo Iannucci o altri quali espressione di un’esperienza amministrativa che gli stessi vertici hanno giudicato a più riprese positiva. Eppure i margini per la candidatura c’erano tutti, perché sarebbe bastato che Marialucia Lorefice si fosse «accontentata» di una sola candidatura. Non è stato così ed il giudizio sul sindaco di Ragusa Federico Piccitto, e soprattutto sulle vicende che hanno caratterizzato gli ultimi suoi due anni, hanno determinato il giudizio.

Alle spalle di tutto non è secondario il ruolo giocato da Stefania Campo, tre anni fa uscita tra polemiche e musi lunghi e poi rientrata dalla porta principale con un posto all’Ars. La Campo sembra tenere oggi il filo diretto con i vertici del movimento, e soprattutto con il plenipotenziario siciliano, Giancarlo Cancelleri (foto). La stessa Campo, che intende rivestire un ruolo chiave anche alle amministrative di primavera, ha già lanciato Giuseppe Guglielmino come candidato, anche se non ha ottenuto i voti del meetup a favore di Antonio Tringali, ma la partita per il candidato a sindaco resta apertissima.