Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 414
RAGUSA - 06/11/2017
Politica - Il deputato uscente sciclitano ha battuto il senatore forzista

Regionali: eletti Orazio Ragusa e Stefania Campo

La Campo ha scalzato la uscente Ferreri, superfavorita. Spoglio completato Foto Corrierediragusa.it

Orazio Ragusa e Stefania Campo: sono queste le due vere sorprese del voto negli Iblei. Il deputato sciclitano uscente, neo arrivato in Forza Italia, supera Giovanni Mauro, da sempre referente del partito a Ragusa e dintorni. Orazio Ragusa è premiato soprattutto dalla «sua» Scicli perché raccoglie quasi 2.200 voti, va molto bene a Modica, 1.200 voti con «incursioni» soprattutto nelle zone rurali e si prende il lusso di battere Mauro Ragusa (1.289 contro 1.211), feudo di Mauro, con 800 voti. Il parlamentare sciclitano va all’Ars per la sua quarta legislatura ed in qualche modo «sconvolge» i piani disegnati in seno a Forza Italia dove il partito ufficiale aveva punto tutto sul senatore «campano». La seconda sorpresa è Stefania Campo, ex assessore alla Cultura della giunta Piccitto a Ragusa, che supera di un’incollatura l’uscente Vanessa Ferreri dei grillini.

La parlamentare acatese ha trovato troppo ristretto il suo bacino elettorale ipparino rispetto al traino del capoluogo ed in particolare della giunta Piccitto e di tutto il meet up del capoluogo che ha trascinato la Campo (nel capoluogo 1.204 voti contro i 699 dell’uscente), che al di là delle polemiche era uscita molto bene dall’esperienza a palazzo dell’Aquila. A Ragusa quindi tre conferme, Assenza (7 mila preferenze), Ragusa e Dipasquale (6 mila voti), ed una novità, la Campo. Gli Iblei hanno scelto il cosiddetto "usato sicuro" confermando le previsioni della vigilia almeno per quanto riguarda la ripartizione dei seggi ai vari partiti. Il capoluogo ritorna ad avere dopo un decennio due parlamentari, Campo e Dipasquale, Orazio Ragusa è presente sul versante orientale ed Assenza su quello ipparino.

Per quanto riguarda le liste a scrutinio completato, 310 sezioni su 310, il Centro destra si conferma il primo partito viste che le varie liste a sostegno di Mumumeci raccolgono il 38,6 dei consensi. A seguire il M5S che si ferma al 31.5%. Poi il Centro sinistra che va comunque meglio che in Sicilia visto che nei 12 comuni iblei raccoglie il 19.2%, anche la Lista Cento Passi fa meglio che altrove in Sicilia perché si attesta al 9.4%. Ovviamente non si sono lasciati attendere i commenti a caldo dei deputati eletti e di alcuni di quelli che non ce l’hanno fatta. La prima dichiarazione è proprio dello sconfitto Pippo Digiacomo, diramata con un sms: «E quindi non ce l’ho fatta. Così è la vita e la politica. Ma quanto è stato importante il vostro affetto e la vostra amicizia. Mi rende la sconfitta meno dolorosa. Grazie»!

Nello Dipasquale: «Sono molto contento perché torno con orgoglio a rappresentare il mio territorio e la mia gente. E’ stata una battaglia difficile. Il mio obiettivo è stato sempre quello di portare un valore aggiunto alla città di Ragusa e a tutta la provincia iblea. Ho lavorato in questi anni e i cittadini l’hanno compreso e mi hanno riconfermato. Sarò naturalmente, come sempre, a disposizione di tutti – conclude Dipasquale – per continuare a rappresentare le ragioni dell’area iblea a Palermo».

Orazio Ragusa non ha nascosto la sua soddisfazione per il risultato ottenuto e sul quale aveva creduto fin dal suo passaggio a Forza Italia: "Proseguirò nel mio impegno per questa terra - ha detto - come ho sempre fatto". Giorgio Assenza: «La politica deve riconquistare credibilità e con Nello Musumeci questo sarà possibile. La Sicilia ha eletto oggi il suo miglior presidente. Ringrazio gli elettori per la fiducia che hanno riposto in me – ha commentato Assenza – posso assicurare ciascuno che il mio impegno per la provincia di Ragusa, che ho cercato di profondere in questi cinque anni da deputato dell’opposizione, sarà ora ancor maggiore, quale deputato di maggioranza, al fianco di un presidente come Nello Musumeci, che potrà dare una svolta alle sorti della Sicilia. Ringrazio i movimenti che mi hanno sostenuto. Mi auguro che ‘Diventerà Bellissima’ diventi un vero e proprio movimento regionale, strutturato su base territoriale, che faccia da catalizzatore di tutte le migliori esperienze civiche della Sicilia e che contribuisca fortemente al rinnovo della classe dirigente».

Stefania Campo: «Il Movimento 5 Stelle si riconferma tra i più importanti in provincia di Ragusa e ne sono felice, anche se abbiamo mancato l’obiettivo regionale e questo non può che rammaricare. Ma spero ora in un clima positivo e di collaborazione per il bene del territorio ragusano».

Nella foto in alto i 4 deputati eletti negli Iblei: da sx Orazio Ragusa, Stefania Campo, Giorgio Assenza e Nello Dipasquale