Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 0:31 - Lettori online 472
RAGUSA - 20/09/2017
Politica - Pesanti accuse sulla vicenda

Dibattito sui 16 milioni legge per Ibla

Il lavoro non sarebbe stato completato per mancanza di collaborazione Foto Corrierediragusa.it

Sedici milioni che non si trovano ed esplode la polemica. Tra l’assessore al Bilancio Stefano Martorana e la Commissione di inchiesta sui fondi «non allineati» per Ibla il confronto è stato duro visto che i componenti la commissione consiliare composta da Migliore, Chiavola, Marino, Stevanato, Porsenna, Liberatore e Fornaro hanno apertamente contestato a Martorana mancanza di collaborazione degli uffici e resistenze dell’amministrazione nel fornire dati e delibere. Alla fine la commissione non è arrivata ad una conclusione proprio per mancanza di elementi sufficienti anche se non sono state poche le criticità e le zone d’ombra emerse. I sedici milioni della Legge su Ibla sono stati utilizzati per altre finalità, per spese correnti ed interventi non coerenti con l’assegnazione dei fondi, e dovrebbero essere reintegrati nel bilancio specifico. Una prassi da parte delle varie amministrazioni succedutesi dal 1997 che oggi rendono difficile l’individuazione delle spese finanziate con fondi che non potevano essere utilizzati.

Secondo la commissione le risorse della Legge su Ibla sono servite da salvadanaio all’occorrenza e lo stesso assessore al Bilancio aveva denunciato la mancanza della somma già nel 2014 aprendo così la strada all’insediamento della commissione, che tra gettoni di presenza e costi vari è costata 20 mila euro lordi ma non ha potuto chiudere il lavoro. Molte delibere non sono state trovate, le spese non sono state rintracciabili e, come ha denunciato Carmelo Ialacqua, lo stesso ufficio dell’assessore non ha collaborato. La commissione ha sentito funzionari, ex amministratori, impiegati ed è pervenuta alla conclusione che i fondi per Ibla sono stati «distratti». Vista l’impossibilità di chiudere i lavori tutto il voluminoso malloppo sarà trasmesso all’autorità giudiziaria.

Nella foto Ragusa Ibla di notte