Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 435
RAGUSA - 08/07/2017
Politica - Con i 14 voti della maggioranza

Bilancio approvato dopo "maratona"

Un atto definito «raffazzonato» da Maurizio Tumino Foto Corrierediragusa.it

Quindici ore di seduta, una notte di dibattito e votazioni. Il Bilancio 2017 è stato alla fine approvato con i 14 voti della maggioranza ma la votazione è stata possibile grazie ai cinque consiglieri di Insieme che hanno garantito il numero legale visto che le opposizioni hanno scelto di non partecipare. Un atto definito «raffazzonato» da Maurizio Tumino, che ha messo in evidenza i numeri insufficienti della maggioranza e il ruolo decisivo di Insieme. Nella lunga notte del bilancio ben 52 emendamenti sono stati tutti bocciati, compreso quello molto atteso riguardante il ripristino delle attività didattiche agli asili nido di Palazzello 1 e di Patro. Tutti gli emendamenti sono stati illustrati da Sonia Migliore di Laboratorio 2.0 che ha resistito alla lunga maratona ma non ha visto passare nessuno degli emendamenti proposti.

Il sindaco Federico Piccitto ha rilevato l’importanza dell’approvazione dello strumento finanziario che, nonostante i tagli e le minori entrate previste, dovute a circa 7 milioni in meno dalle royalties ma ha rivendicato il mantenimento della spesa sociale, l’investimento in alcune opere pubbliche e il taglio delle spese. Per Piccitto, che porta a casa il quinto Bilancio della sua amministrazione, è comunque un dato politico positivo anche se dagli stessi banchi della maggioranza sono arrivate critiche per il ritardo di due mesi circa con cui l’atto è arrivato in aula.