Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 870
RAGUSA - 12/01/2017
Politica - Anche Partecipiamo punta il dito sul presidente del consiglio

Per Lab 2.0 "Tringali non super partes"

L’interessato aveva già in passato rispedito le accuse al mittente Foto Corrierediragusa.it

Il presidente del consiglio comunale di Ragusa Antonio Tringali (foto), è sotto il fuoco incrociato dell´opposizione che gli punta il dito contro, accusandolo di non svolgere al meglio il proprio ruolo e chiedendone immediate dimissioni. Ad alzare la voce sono Laboratorio 2.0 e il gruppo Partecipiamo. Il primo, già in seguito ai gravi fatti verificatisi in civica assise a fine dicembre e per cui era stato reso necessario l´intervento della Digos, aveva aspramente criticato il presidente del consiglio comunale, sostenendo che quest´ultimo non avesse saputo riportare ordine durante la seduta e di aver avvantaggiato le posizioni della maggioranza. Accuse che Tringali aveva rispedito al mittente parlando invece di una nuova stagione per il consiglio comunale, dove avrebbe cercato una collaborazione più pacifica e proficua tra le parti. Tuttavia Laboratorio 2.0 non molla e a distanza di alcuni giorni rincara le perplessità già mostrate, parlando questa volta di totale perdita di fiducia nei confronti del ruolo che il presidente ricopre e accusandolo di rappresentare solo metà del Consiglio comunale. Un atteggiamento inaccettabile, secondo Laboratorio 2.0 da parte di chi ricopre la seconda carica istituzionale per importanza.

Sulla stessa linea d´onda anche il gruppo Partecipiamo che stigmatizza il ruolo del presidente Tringali non considerato super partes, facendo riferimento alla sua presenza in conferenze stampa della maggioranza contro l´opposizione. Un atteggiamento aspramente criticato dal gruppo di minoranza. Secondo Partecipiamo Tringali non avrebbe garantito che i Consiglieri comunali avessero tutti gli atti necessari ed analitici per avere chiarezza e contezza delle manovre finanziarie. A questo punto Partecipiamo non usa mezzi termini parlando di palese inadeguatezza al ruolo. Per lo stesso motivo il movimento politico Laboratorio 2,0 ne chiede le immediate dimissioni.