Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 686
RAGUSA - 26/04/2016
Politica - Parla il sindaco Piccitto che dà un calcio alle polemiche

"Nessuna ripartenza, solo continuità"

Nella Disca e Gianluca Leggio rinunceranno alle precedenti cariche e pertanto lasceranno ad altri il loro posto in consiglio comunale Foto Corrierediragusa.it

"Nessuna ripartenza, solo continuità": il sindaco Federico Piccitto (nella foto con la sua giunta) presenta così i due nuovi assessori. Il sindaco ha ufficializzato le deleghe assegnate a Nella Disca e a Gianluca Leggio e ha colto l’occasione per fare il punto del momento politico a palazzo dell’Aquila. Piccitto ha tenuto le deleghe alla protezione civile, cultura e beni culturali. A Nella Disca sono state affidate le deleghe che furono di Stefania Campo, Turismo e Sviluppo economico. Per Gianluca Leggio Pubblica Istruzione e Servizi sociali. Leggio, docente presso un istituto superiore a Modica, si muove nel suo campo di competenze e si è detto impegnato a raggiungere gli obiettivi contenuti nel programma del M5S. Nella Disca si è impegnata a «studiare» tutte le questioni attinenti le deleghe di sua competenza. «Sono impegnata, approfondirò e lavorerò tanto». Federico Piccitto ha parlato del senso di responsabilità del movimento e dell’amministrazione nel realizzare il programma elettorale: «Questo passaggio è la continuazione del viaggio intrapreso nel giugno del 2013. Abbiamo senso di responsabilità, lo mettiamo al servizio della città. Mi spiace per l’abbandono di «Partecipiamo» e per il loro passo indietro. Guardiamo comunque avanti». Piccitto spera così di chiudere una fase che è stata molto movimentata per lui e per la sua amministrazione anche a causa delle critiche che gli sono piovute anche dai banchi del M5S. Nella Disca e Gianluca Leggio rinunceranno alle precedenti cariche e pertanto lasceranno ad altri il loro posto in consiglio comunale.

LA NUOVA GIUNTA PICCITTO
SALVATORE CORALLO ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E ALLE INFRASTRUTTURE – PIANIFICAZIONE URBANISTICA
Programmazione e monitoraggio opere e lavori pubblici, edilizia scolastica, verde pubblico, ville e giardini comunali, arredo e decoro urbano, manutenzione opere edili, manutenzione e gestione opere a rete, impianti e servizi tecnologici, beni comunali, acqua pubblica. Gestione dei piani urbanistici, pianificazione territoriale, edilizia privata e produttiva.

MASSIMO IANNUCCI VICE SINDACO – ASSESSORATO POLIZIA MUNICIPALE – SERVIZI ALLA CITTA’ - CENTRI STORICI
Polizia municipale, traffico e viabilità, sicurezza dei cittadini e tutela dei diritti dei cittadini, valorizzazione e sostegno alle attività sportive, spettacoli ed eventi, edilizia sportiva. Centri storici, incentivazione attività economiche nei centri storici. Rapporti con il personale

STEFANO MARTORANA ASSESSORATO ALLE RISORSE ECONOMICHE E PATRIMONIALI
Bilancio e programmazione partecipata, società miste e partecipate, contratti, tributi ed economato, affari patrimoniali, innovazione e sistemi informatici, fondi europei, fondi nazionali e regionali.

ANTONIO ZANOTTO ASSESSORATO ALL’AMBIENTE E RISORSE ENERGETICHE
Raccolta differenziata, rifiuti e servizi ecologici, risorse energetiche, impianti energetici, trasporti pubblici e mobilità sostenibile. Politiche innovative - Smart city, salvaguardia dell’ambiente e valorizzazione del patrimonio naturalistico paesaggistico, parchi.

SEBASTIANA DISCA ASSESSORATO SVILUPPO ECONOMICO - TURISMO
Sviluppo economico, agricoltura, zootecnica e politiche agro-alimentari, sanità affari generali, servizi demografici e statistica, rapporti con il Consiglio, tutela degli animali. Turismo.

GIANLUCA LEGGIO ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI - PUBBLICA ISTRUZIONE
Avvocatura, servizi cimiteriali, partecipazione dei cittadini e promozione della democrazia diretta, welfare e coesione sociale, inclusione sociale, cooperazione e relazioni internazionali. Pubblica istruzione.

SINDACO: PROTEZIONE CIVILE – CULTURA E BENI CULTURALI
2) Confermare Vice Sindaco l’Assessore, geom. Massimo Iannucci, affinché sostituisca il Sindaco in caso di assenza o impedimento.


LE POLEMICHE DELL´OPPOSIZIONE
Gli assessori sono stati nominati e le deleghe assegnate ma le critiche piovono in quantità. Il sindaco Federico Piccitto è sotto tiro non solo da parte delle opposizioni ma deve ripararsi dal fuoco amico del meet up RagusAttiva perché le sue scelte sembrano un esercizio diplomatico per uscire da una condizione precaria che ormai perdurava da cinque mesi ed era stata seguita anche dalla fine dell’alleanza con «Partecipiamo». La soluzione «in house» nella scelta di Nella Disca e di Gianluca Leggio non convince soprattutto per quest’ultimo perché era stato proprio lui, come ricorda Sonia Migliore, a sparare contro l’assessore al Bilancio Stefano Martorana chiedendone la testa e che invece ora ritroverà al suo fianco. RagusAttiva, Sonia Migliore, il gruppo Dem non sono per niente convinti della nomina di due consiglieri comunali perché si tratta di una duplicazione, che, seppur prevista dalla nuova legge sugli Enti Locali, dà spazio a contraddizioni e conflitti di interesse.

Dice inoltre RagusAttiva: «Piccitto ancor di più è venuto meno anche all’osservanza dei principi di competenza, trasparenza e di scelta con bando pubblico, cardini del programma elettorale, alla quale redazione abbiamo tangibilmente e proficuamente contribuito. Fatti fuori Etica, Morale e Principi. Siamo onorati di non fare parte di questa cricca di infiltrati». Per i Dem invece si tratta di «Un pasticcio bello e buono anche perché storicamente, sebbene la legge di riferimento lo consenta relativamente da poco tempo, c’è stata sempre una netta distinzione tra squadra assessoriale e Consiglio comunale. Ma già è vero. La componente di maggioranza non può permettersi di fare scorrere ulteriormente le liste elettorali perché gli eventuali subentranti sarebbero espressione di quella fronda che parecchia difficoltà sta creando a Piccitto e compagni per avere tradito le linee ispiratrici del movimento. Per non parlare del fatto che dovrebbero essere le regole stesse del movimento a impedire doppie cariche. In barba a qualsiasi tipo di rivoluzione, annunciata solo a parole, Piccitto ha eliminato, in questi quasi tre anni di attività, quasi tutti gli assessori che erano stati designati con la scelta del curriculum, bocciando, di fatto, un indirizzo che a quel tempo era stato indicato come straordinariamente innovativo. I fatti hanno dimostrato il contrario».

Per Elisa Marino «Piccitto è assolutamente insofferente nei confronti di un Consiglio comunale che, fino a prova contraria, rappresenta ed è espressione di una intera città. Ragusa ha potuto verificare che al peggio non c’è fine. Come movimento Insieme continueremo a non fare sconti a un’Amministrazione comunale che rischia di condurci verso un baratro senza fine. Manca un’idea progettuale per la nostra città che non sia il tentativo di garantire l’ordinaria amministrazione. Ci chiediamo se, dopo quasi tre anni, il sindaco sia finalmente riuscito a comprendere come intende muoversi».