Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 392
RAGUSA - 22/04/2016
Politica - Dopo le dimissioni degli assessori Stefania Campo e Salvatore Martorana

Si stringe il cerchio per il rimpasto in giunta a Ragusa: i papabili sono Disca, Federico, Gulino, Spadola e Brugaletta

Il sindaco Piccitto è possibilista Foto Corrierediragusa.it

Disca, Federico e Gulino per la sostituzione di Stefania Campo, Spadola e Brugaletta per il posto di Salvatore Martorana. Il cerchio si stringe ed i nomi attorno ai quali si deciderà per il completamento per i due posti attualmente liberi in giunta sono questi. Lo stesso sindaco Federico Piccitto è stato più che possibilista nel corso di un incontro con il gruppo consiliare ed i vertici locali del M5S visto che ormai si rende conto che non è più possibile tirare avanti con una giunta azzoppata dopo quattro mesi e passa. Il primo nodo da sciogliere è quello dell’assessore donna che dovrà andare al posto di Stefania Campo, della quale si esclude ormai qualsiasi possibilità di subentro. La partita si gioca tra il capogruppo Nella Disca, il vicepresidente del consiglio, Zaara Federico (foto), e Gianna Gulino. Per l’assessorato che fu di Salvatore Martorana, esponente di «Partecipiamo», è escluso il «richiamo» di Gianni Iacono in veste di assessore dopo la frattura tra il movimento civico e il M5S. Piccitto pensa allora a uno tra Filippo Spadola e Davide Brugaletta. Il dato che accomuna i cinque papabili assessori è il fatto che sono tutti consiglieri comunali ma che tali resteranno perché nessuno intende dimettersi dalla carica. Tra l’altro la compatibilità tra la carica di assessore e di consigliere è prevista dalla nuova normativa sugli Enti locali e questa condizione eviterebbe che in consiglio entri qualche esponente del meet up RagusAttiva che con sindaco e giunta è ai ferri corti. Piccitto dal suo canto prima di iniziare qualsiasi discussione ha ancora una volta ribadito che Stefano Martorana non si tocca. E’il suo braccio destro, insieme a Massimo Iannucci, e nonostante i feroci attacchi subiti, non si muoverà dall’assessorato al Bilancio. Con buona pace di tutti, consiglieri, assessori e meet up.