Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 684
RAGUSA - 09/03/2016
Politica - Novità dalla riunione dei sindaci

Fondi ex Insicem, tempo scaduto. Fuori Modica e Ispica

Si è preso atto della mancata risposta dei 2 comuni Foto Corrierediragusa.it

Fondi ex Insicem, tempo scaduto. In sede di conferenza dei sindaci a Ragusa si è preso atto della mancata risposta dei comuni di Modica ed Ispica sulla presentazione di progetti alternativi esecutivi cantierabili rispetto alle azioni non eseguite nell’accordo di programma 2006, così si procederà a destinare le somme per altri interventi negli stessi comuni in considerazione che i tempi fissati dalla precedente conferenza sono scaduti e quindi l’organo di controllo dei fondi ex Insicem verrà convocato per assumere le conseguenti determinazioni. Anche la mission del distretto turistico degli iblei e la programmazione europea 2014-2020 sono state al centro della conferenza dei sindaci indetta dal commissario straordinario Dario Cartabellotta. Sulla programmazione europea sono state individuate alcune linee direttive privilegiando secondo l’ottica degli amministratori presenti una strategia d’insieme di tutto il territorio e utilizzando poi per la presentazione dei progetti gli ‘strumenti’ già presenti e attivi nel territorio. Così per quanto concerne la promozione dell’attività dei comuni costieri si è deciso di agganciare al Gac ibleo anche il comune di Pozzallo per la sua specificità marinara, mentre, si impone una riflessione più mirata per il distretto turistico degli Iblei per il quale il sindaco di Ragusa ha deciso il recesso previa approvazione della delibera da parte del consiglio comunale. Bisognerà valutare le intenzioni di tutti gli enti pubblici coinvolti nella governance del Distretto per verificare impegni e strategie anche in previsione della nuova programmazione che in campo turistico è affidata sempre ai distretti.