Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 503
RAGUSA - 09/02/2016
Politica - Chiarimenti sulla destinazione dei fondi dei gettoni di presenza

I grillini precisano: "I nostri soldi per Ragusa"

Smentito l’articolo di "S" che avevamo riportato sul nostro sito Foto Corrierediragusa.it

«I consiglieri comunali del Movimento cinque stelle non vogliono indietro i soldi derivanti dalla decurtazione del 30% del gettone di presenza e ribadiscono che la richiesta di restituzione è dettata dalla precisa volontà di destinare direttamente loro, per progetti che verranno condivisi con i cittadini, tali fondi». E’ quanto dichiarato dai diretti interessati in una nota congiunta fatta pervenire alla nostra redazione dall´amministrazione comunale di Ragusa e con la quale si smentisce nei fatti il contenuto di un articolo facente parte di una inchiesta del periodico «S» che avevamo riportato sul nostro sito. «Tra le ipotesi di utilizzo dei fondi – prosegue la nota – vi sono la realizzazione di una bambinopoli in centro, l’acquisto di arredi urbani per via Mariannina Coffa o la realizzazione di una palestra all´aperto a Marina di Ragusa. Nessuna marcia indietro quindi – precisano i diretti interessati – sulla decisione dei consiglieri pentastellati di decurtarsi il 30% delle indennità, ma solo la volontà di decidere direttamente come destinare detti fondi a favore della città».

Per quanto concerne il cosiddetto «Caso Campo», nella nota si fa rilevare che le dimissioni della stessa Stefania Campo da assessore non sono pervenute al culmine del problema, ma non appena lo stesso è stato sollevato. Nonostante cinque sedute della Commissione Trasparenza non è emerso assolutamente nulla a carico dell´ex-assessore e non c´è alcun risvolto ulteriore. «La diversità netta del Movimento Cinque Stelle rispetto agli altri partiti – continua la nota – è dimostrata dal fatto che appena si presentano di problemi si ci dimette immediatamente e si chiarisce la propria posizione nelle sedi opportune.

Per quanto concerne infine la parte dell’articolo tratto da «S» su «Un sindaco sfiorato qualche mese fa dai sospetti in occasione della proroga per la gestione del canile , finito nelle mani di Biagio Battaglia, tra i militanti più attivi del meet-up ragusano è già nello staff dello stesso sindaco», si precisa – conclude la nota dei consiglieri grillini – che per l´affidamento dei servizi per la gestione del canile sanitario è stata espletata una regolare gara con il sistema della procedura aperta che ha portato all´affidamento di detto servizio alla associazione «Aida».

Nella foto il municipio di Ragusa