Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1418
RAGUSA - 01/12/2015
Politica - Intervenuti Carabinieri, Polizia e Vigili urbani per sedare gli animi

Aula consiliare invasa, i netturbini protestano

Chieste garanzie di continuità del lavoro anche con il nuovo bando di gara Foto Corrierediragusa.it

Polizia, Carabinieri e Vigili urbani in aula. La protesta si è scatenata nell´aula consiliare con i netturbini ed alcuni rappresentanti sindacali che hanno invaso l´area riservata ai consiglieri sedendosi al loro posto. Momenti difficili tanto da indurre il presidente del Consiglio, Giovanni Iacono, a sospendere i lavori mentre le forze del´ordine hanno cercato di calmare gli animi. La protesta, annunciata, ha riguardato il nuovo bando per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti che il Consiglio si appresta ad approvare per passare poi gli atti all´Urega. Punto nodale e scatenante della protesta la mancata garanzia nel bando di gara della continuità del servizio per i netturbini attualmente in servizio.

Sindacati e lavoratori chiedono l´automatico passaggio alla ditta subentrante ma nel bando per questioni di eventuali contenziosi questa clausola, almeno i modo esplicito non è prevista. Il bando prevede invece una clausola di salvaguardia, con priorità di assunzione per gli attuali lavoratori, ma non il passaggio automatico. La mancata concertazione tra l´amministrazione e i sindacati è stato altro elemento che ha fatto saltare gli argini creando una situazione incandescente ma lentamente rientrata. I lavoratori restano tuttavia in agitazione e i sindacati premono perchè sia fissata la dotazione organica prima che il bado sia presentato all´Urega che dovrà avviare le procedure per la gara.