Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1371
RAGUSA - 17/07/2008
Politica - Ragusa - Il dibattito ha permesso di appianare le divergenze

Ragusa: il Pd si ricompatta

Il direttivo provinciale rinnova la fiducia a Digiacomo e Di Stallo Foto Corrierediragusa.it

Prima riunione ieri del direttivo provinciale, l’organismo ristretto costituito su proposta del coordinamento e che insieme all’esecutivo gestirà l’attività del partito fino al congresso.

L’assemblea, inizialmente chiamata ad esaminare la proposta di nomina dei responsabili delle aree tematiche e della segreteria organizzativa, ha invece affrontato le questioni legate alle polemiche di questi giorni e dopo un articolato dibattito di circa cinque ore, all’unanimità, ha confermato l’on Pippo Digiacomo (nella foto) quale coordinatore e Tuccio Di Stallo suo vice alla guida del partito in provincia per proseguire il processo di radicamento e traghettare il nuovo soggetto politico al suo primo congresso.

Il dibattito ha permesso di appianare le divergenze e trovare linee di condivisione, anche all’interno della componente giovanile, che caratterizzeranno il cammino del partito fino al completamento della sua organizzazione interna.

Sia l’on Digiacomo che l’avvocato Di Stallo hanno ringraziato l’assemblea per la fiducia confermata e sin da subito il partito metterà in moto la nuova fase organizzativa con l’avvio delle aree tematiche e della segreteria operativa.

L’assemblea, prima di sciogliersi abbondantemente dopo la mezzanotte, ha approvato, sempre all’unanimità, una mozione d’ordine presentata da Gianni Scala, componente della direzione provinciale di Pozzallo, per la costituzione di un’area tematica dedicata all’Università e alle sue problematiche. Entro pochi giorni sarà convocata una nuova riunione per la definizione degli assetti organizzativi e l’avvio sia del tesseramento che della raccolta di firme per la manifestazione nazionale contro il governo Berlusconi che si terrà il 25 ottobre a Roma.