Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 471
RAGUSA - 24/09/2014
Politica - Il sindaco vuol stare più vicino ai cittadini, ma...

Piccitto si difende, opposizione impietosa

Per i detrattori il primo cittadino fa solo disinformazione Foto Corrierediragusa.it

Dossier contro dossier e il sindaco vuole stare più vicino ai cittadini. La relazione sull´attività annuale dell´amministrazione apre un´ulteriore frattura in consiglio comunale dove le opposizioni danno battaglia. Sonia Migliore, Giorgio Mirabella, Maurizio Tumino, Giuseppe Lo Destro, Angelo Laporta, Elisa Marino, Giorgio Massari ,Carmelo Ialacqua (foto) non si sono fatti pregare ed hanno messo a nudo le criticità di un anno a 5 Stelle finendo poi con l´avvicendamento di questi giorni in giunta. Un´operazione che non convince nessuno, che riporta indietro a metodi da vecchia politica in antitesi totale con il cambiamento annunciato. Zaara Federico, Massimo Agosta, Filippo Spadola hanno difeso scelte e percorsi voluti dall´amministrazione lasciando poi la parola a Federico Piccitto.

"Abbiamo ereditato una macchina burocratica priva di dirigenti apicali, abbiamo lavorato intensamente, ci siano dovuti confrontati con lo sforamento del patto di stabilità" ha detto il sindaco che ha poi rivendicato la cancellazione della Tasi. Piccitto ha ammesso che è stato troppo tempo dentro il palazzo ed ha annunciato una inversione di comportamento per il nuovo anno ora che le grandi questioni, questa la sua opinione, sono state impostate. Peccato che il sindaco non abbia potuto ascoltare le critiche dell´opposizione ritenendo più opportuno lasciare l´aula e delegando al suo vice la prosecuzione dei lavori. "Uno sguardo istituzionale -ha commentato Giorgio Massari. Le critiche si sono sprecate con particolare riferimento al settore ambientale, ai servizi sociali, all´urbanistica, al turismo. Le stesse note erano riecheggiate in sede di presentazione del dossier "Un anno di disamministrazione. Come mettere a soqquadro un´intera città", curato e finanziato dai consiglieri Mario Chiavola, Angelo Laporta, Peppe Lo Destro, Elisa Marino, Sonia Migliore, Giorgio Mirabella, Gianluca Morando e Maurizio Tumino.

"L´iniziativa - scrivono i firmatari del documento - fa parte dell´operazione verità che come consiglieri d´opposizione intendiamo portare avanti. Avere appreso della pubblicazione di un booklet dell´amministrazione comunale sulle cose realizzate ci ha fatti allarmare atteso che sullo stesso sono state riportate una serie di inesattezze e bugie". Nelle pagine la storia di un anno visto con l´occhio delle opposizioni con tutta una serie di "misfatti a Cinque stelle".

Dicono i promotori: "Lo abbiamo fatto per contrastare la imponente campagna di disinformazione messa in atto dalla Giunta Piccitto, a cominciare dall´allarmismo sui conti del Comune. Avevano detto alla città che vi erano bollette di luce e gas per oltre 10 milioni di euro non pagate e che vi erano debiti pregressi per oltre 80 milioni di euro. Tutte affermazioni che i fatti hanno smentito, ma che sono state strumentalizzate per aumentare le tasse per oltre 11 milioni di euro".


GNAM GNAM
25/09/2014 | 20.16.37
Gianni

GNAMGNAMGANM.......SI FINIU! GNAM GNAMGNAM!!!!!


i senza lavoro
25/09/2014 | 10.22.45
franco

mi associo....andate a lavorare... la pacchia è finita.....


andate a lavorare
24/09/2014 | 20.08.14
Guy

Bella opposizione. Hanno dimenticato i disastri che hanno fatto in anni e anni di governo della città? Ma andate a lavorare, sempre che un lavoro l´abbiate!