Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 948
RAGUSA - 06/08/2014
Politica - Il partito scudocrociato prende le distanze

Udc: "Ingrati i sindaci di Modica, Scicli e Comiso"

Le puntualizzazioni del segretario provinciale Lavima Foto Corrierediragusa.it

Sindaci ingrati. L´Udc prende le distanze da Ignazio Abbate, Filippo Spataro e Franco Susino che hanno voltato le spalle al partito scudocrociato che li ha sostenuti nello loro campagna elettorale e dice basta. L´Udc non gradisce l´atteggiamento politico dei sindaci di Comiso, Modica e Scicli e nel corso dell´assemblea provinciale del partito non ha mancato di stigmatizzare la distanza che si è creata tra i i tre primi cittadini ed il partito. Il chiarimento definitivo è rinviato a settembre ma nel frattempo il segretario provinciale Giuseppe Lavima (foto) puntualizza: "A Scicli da mesi siamo usciti dal governo della città che oggi subisce il dissesto , e a Comiso il Sindaco Spataro su pressioni politiche del suo partito esclude l’Udc dalla Giunta commettendo un grave errore politico, a Modica il Sindaco Abbate esclude l’Udc dalle decisioni politiche che riguardano la città ritenendole riti da vecchia politica. Ora diciamo basta, è arrivato il momento di fare chiarezza con chi abbiamo appoggiato e fatto vincere.

L’Udc è stato determinante a Scicli, Modica e Comiso, i vincitori hanno prima aderito all’alleanza, con un partito eticamente corretto, leale e coerente e costituito da persone integerrime,come da loro stessi affermato , ma dopo la vittoria ci hanno ripensato.

Cosa è cambiato dopo la loro ascesa a sindaco? L’Udc e i suoi dirigenti sono i medesimi dell’accordo politico programmatico prima delle elezioni, ed allora chi è inaffidabile? Chi non ha rispettato gli accordi politici elettorali di fronte ai cittadini e che hanno fatto vincere le coalizioni? Sicuramente non l’Udc, non va bene che prima delle elezioni è stato chiesto l’appoggio politico dell’Udc che ha messo a disposizione tutto il peso politico di partito con Ministri Assessori Regionali , Deputati regionali e dopo la vittoria ci si dimentica di rispettare gli accordi presi e i partiti costituiscono una rovina.
Noi prendiamo le distanze da chi non rispetta i patti elettorali fatti con la massima trasparenza, le linee guida del Partito e la volontà degli elettori. Tutto questo è inaccettabile e non permetteremo a nessuno di sfruttare l’Udc per fini elettorali salvo poi etichettarlo come superato o caratterizzante da riti da vecchia politica , né che vengano denigrati il partito e chi lo rappresenta dal momento che della buona etica , della morale e della correttezza vincolante per il gruppo dirigente e per gli eletti l’Udc ne ha fatto una bandiera che rivendica con orgoglio".