Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 889
RAGUSA - 27/07/2014
Politica - Il consigliere comunale ha sollevato dubbi sulle modalità di utilizzo della somma

Da attività estrattiva 15 milioni per Ragusa

L’amministrazione ha cancellato la Tasi grazie all’introito garantito dalle compagnie petrolifere Foto Corrierediragusa.it

Royalties quasi raddoppiate e Ragusa diventa un comune ricco. Le somme che vengono attribuite a palazzo dell´Aquila per l´attività di estrazione di idrocarburi nel proprio territorio sono passate nell´ultimo anno da 5 milioni a quasi 15 per il 2014. Un flusso di denaro record che pone Ragusa nelle condizioni di poter programmare interventi strutturali importanti per il proprio sviluppo. Non tutti i comuni italiani hanno, infatti, la fortuna di potere godere delle royalties versate dalle compagnie petrolifere e l´amministrazione Piccitto ha potuto usufruire quest´annno di ben 14 milioni 875 mila euro. Questa è almeno la somma che l´amministrazione ha iscritto in Bilancio e grazie ala quale è stata cancellata a favore dei contribuenti la Tasi. Carmelo Ialacqua, consigliere del Movimento Città, ha posto il problema delle royalties in sede di consiglio sollevando alcuni dubbi sull´utilizzo delle somme e soprattutto sulla possibilità di potere contare anche in futuro su questi introiti.

Ialacqua teme infatti una manovra della Regione che tenderà ad incamerare in gran parte le royalties lasciando ai comuni interessati solo le briciole. Ecco perchè la cancellazione della Tasi potrebbe essere una tantum e non un fatto strutturale. Carmelo Ialacqua ha spiegato chiaramente in consiglio che le somme avrebbero dovuto essere utilizzate in ben altro modo rifacendosi ad un articolo preciso della legge 13 che recita: "I comuni destinano le risorse allo sviluppo dell´occupazione e delle attività economiche, all´incremento industriale e ad interventi di miglioramento ambientale delle aree dove si svolgono le ricerche e le coltivazioni". Ecco dunque perchè Ialacqua ma anche il segretario cittadino del Pd, Peppe Calabrese, spingono per investimenti struttturali e di sviluppo
ad investimenti volti ad incrementare l´efficienza energetica degli immobili pubblici e per finanziare impianti di energie rinnovabili privati ed anche alla bonifica dei territori inquinati. Dice Ialacqua: "Tali investimenti possono innescare effetti moltiplicatori importanti per l´economia del nostro territorio".