Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1523
RAGUSA - 24/07/2014
Politica - Consiglio comunale diviso eppure unito

Polemica Iuc a Ragusa ma alla fine tutto approvato

Per l’assessore al Bilancio, Stefano Martorana, i rilievi delle opposizioni sono stati bollati come "provocazioni" Foto Corrierediragusa.it

Per la Iuc scoppia la polemica in consiglio comunale ma alla fine la delibera è approvata con i 16 voti della maggioranza. Il regolamento sull´Imposta Unica Comunale è arrivato in aula per l´approvazione; si tratta della nuova tassa che da quest´anno sostituirà quelle attualmente in vigore, Imu, Tares e Tari. Alcune eccezioni sono state poste da Sonia Migliore (Udc), che ha chiesto spiegazioni e delucidazioni sul regolamento al segretario comunale in merito alla conformità dell´atto. La sospensione dei lavori da parte del presidente del consiglio, Giovanni Iacono, ha consentito di approfondire l´argomento e lo stesso segretario comunale ha ammesso che c´era qualcosa da correggere nella delibera approvata dalla giunta. Il funzionario ha anche chiarito che trattandosi di una nuova tassa, per molti aspetti innovativi, alcuni punti non sono ancora ben chiari anche se possono essere apportate delle modifiche. Per l´opposizione si tratta di un atto illegittimo e quindi da cambiare perchè non conforme alla normativa vigente.

Per l´assessore al Bilancio, Stefano Martorana, i rilievi delle opposizioni sono stati bollati come "provocazioni". L´assessore Martorana ha invece messo in rilievo come i contribuenti non pagheranno più la Tasi visto che è stata azzerata grazie all´introduzione della Iuc.

Dice l´assessore al Bilancio: "E´ stato definito un altro tassello della rivoluzione avviata dalla Giunta Piccitto". L´approvazione del Regolamento che disciplina l´Imposta Unica Comunale, con l´azzeramento della Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili che avrebbe costretto i cittadini a pagare oltre 5 milioni di euro rappresenta il passaggio più importante della proposta di Bilancio che sarà discussa nei prossimi giorni in Consiglio Comunale. Ancora più importante è l´impianto di agevolazioni ed esenzioni previste dalla Giunta e dalla maggioranza del M5S. Tra queste, le esenzioni della Tari, la Tassa sui Rifiuti, per i primi tre anni a favore delle nuove attività e dei nuovi residenti del centro storico di Ragusa Superiore, la riduzione del 50% per le abitazioni su più piani che costituiscono uniche unità abitative, la riduzione fino al 50% sulla base del materiale differenziato conferito presso il Centro comunale di raccolta e l´utilizzo della bilancia pesa rifiuti, l´equiparazione ai fini IMU alle prime abitazioni di quelle in comodato d´uso gratuito ai figli o ai genitori, le esenzioni sulla base delle dichiarazioni Isee, senza trascurare le riduzioni applicate nel calcolo delle tariffe per ristoranti, pizzerie, bar, ortofrutta e paninerie".