Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1596
RAGUSA - 21/04/2014
Politica - La controversa vicenda del siluramento di Claudio Conti da assessore all’Ambiente

Sel: "Sindaco Piccitto delude e tradisce elettori"

"A dieci mesi dall’insediamento di questa amministrazione i cittadini e le forze che hanno lealmente sostenuto l’elezione di Piccitto, registrano un vuoto abissale dell’attività amministrativa" Foto Corrierediragusa.it

Delusione e tradimento. Sel non usa mezzi termini per definire le ultime vicende politico-amministraziove a palazzo dell´Aquila. Il siluramento di Claudio Conti, definito da Sel " un assessore notoriamente competente e idoneo a gestire il ramo delle problematiche ambientali" ha indotto il movimento a sferrare un duro attacco al sindaco Federico Piccitto, che Sel ha sostenuto ed appoggiato in campagna elettorale. Dice Sel: "L´amministrazione Piccitto ancora una volta delude le aspettative di cambiamento scaturite con il voto amministrativo dello scorso anno. Se all´inizio del proprio mandato i numerosi strafalcioni potevano essere giustificati dall´inesperienza e dalla presunzione di voler incarnare l´unica possibile discontinuità amministrativa, adesso Piccitto e la sua maggioranza non hanno più alcun alibi. La recente riformulazione degli incarichi di giunta non può considerarsi un "rimpasto" finalizzato ad una maggiore efficienza amministrativa. La scelta di avocare una delicatissima materia della quale il sindaco non si è mai occupato, il brusco allontanamento di Claudio Conti, e l´affidamento di un incarico assessoriale in un settore nevralgico, i lavori pubblici, con una procedura in contrasto con le regole del movimento, rappresentano un plateale tradimento del programma elettorale e dei principi del buon governo. La sbrigativa e pretestuosa liquidazione di un assessore ben noto per la propria indipendenza rispetto ai potentati economici e la nomina di un nuovo responsabile dei lavori pubblici non sono stati motivati con una chiara analisi sugli obiettivi di rilancio dell´azione amministrativa e di aggiornamento del programma di governo della città".

Sel analizza poi la questione rifiuti che l´amministrazione intende risolvere con il maxi appalto da 70 milioni di euro. "E´ ben noto che il ciclo dei rifiuti e la "partita" dei lavori pubblici rappresentano nodi strategici sui quali si addensano appetiti e corposi interessi" - spiega ancora Sel- " L´inadeguatezza del sindaco rispetto ai problemi della città e l´inadempienza rispetto allo stesso programma di buon governo che era stato promesso agli elettori. Vogliamo sperare che l´allontanamento di Conti dal Comune non coincida con l´arresto della procedura per la redazione del progetto sulla gestione integrata dei rifiuti che dovrà portare alla indizione di una regolare gara d´appalto, per almeno sette anni e porre la fine al sistema delle proroghe".

Infine ancora le polemiche politiche: "A dieci mesi dall´insediamento di questa amministrazione i cittadini e le forze che hanno lealmente sostenuto l´elezione di Piccitto, registrano un vuoto abissale dell´attività amministrativa. In questo contesto il sindaco, nonostante sia stato eletto con voto plebiscitario, sta diventando il garante, poco importa se consapevole oppure no, che spiana la strada alla restaurazione e al riemergere della vecchia politica".