Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 803
RAGUSA - 24/03/2014
Politica - Un caso di mala politica o una bolla di sapone?

Lettera del "corvo" sui nomi dei dirigenti

Il consiglio comunale ha ascoltato con un certo stupore l’intervento del presidente della Commissione Trasparenza che ha letto la missiva oggetto di aspre polemiche
Foto CorrierediRagusa.it

Un caso di mala politica o una bolla di sapone? Il consiglio comunale ha ascoltato con un certo stupore l´intervento del presidente della Commissione Trasparenza che ha letto una lettera (foto) pervenuta all´ufficio di presidenza dell´ente di Palazzo dell´Aquila qualche giorno prima. Nella lettera anonima di un "corvo" molto bene informato si fanno i nomi dei futuri dirigenti scelti dall´amministrazione per dirigere settori chiave della burocrazia comunale. Tutto normale se non fosse he i nomi sono stati resi noti prima dell´esito della fase concorsuale e che "stranamente" coincidono in tutto e per tutto.
"Come faceva questo cittadino - afferma la Marino - a sapere quali erano i nomi dei vincitori del concorso? E´ dotato di preveggenza o c´è altro sotto? Non voglio adombrare sospetti di sorta ma chiarezza va fatta. Ed ecco perché mi sono subito premurata circa la convocazione di una seduta della Trasparenza con l´obiettivo di acquisire tutti gli elementi necessari che possano garantire l´assoluta regolarità rispetto all´iter seguito per l´individuazione dei dirigenti.

E´ fondamentale che i commissari possano documentarsi sugli atti e trarre le opportune valutazioni. L´organismo esaminerà con la massima attenzione quanto accaduto e deciderà di conseguenza. Mi auguro che da parte dell´amministrazione comunale possa esserci la massima collaborazione perché la città possa comprendere cosa è accaduto: ci adopereremo perché possa essere dimostrato, al di là di ogni più ragionevole dubbio, che si è operato in un regime di piena legalità. In caso contrario, attiveremo gli organi competenti della magistratura".

Il consigliere Sonia Migliore ha fatto presente che stranamente per uno di questi concorsi, nonostante sia stata stilata una graduatoria, si è scelto di nominare dirigente il secondo in graduatoria e non il primo. "Sulla questione concorsi abbiamo presentato già da tempo interrogazioni e fatto rilievi di natura tecnica, non sono politica - ha detto la Migliore - Avevamo già infatti rilevato come cosa strana il fatto che per il dirigente economista si attribuiva il 40% ai titoli e il 60% ai colloqui col sindaco. Ma adesso si è andati oltre, perché si è fatto un concorso, con tanto di avviso pubblico, punteggi, esami, colloqui e alla fine si è stilata una graduatoria, ma poi alla fine hanno scelto il secondo in graduatoria. Ovviamente nulla di personale sul dirigente scelto, che conosco e ha la sua professionalità, ma visto che era già nella possibilità del sindaco scegliere il dirigente con una nomina fiduciaria, perché si è deciso di fare un concorso con tanto di graduatoria per poi scegliere il secondo in classifica? ".

Il consigliere Mario Chiavola ha chiesto al sindaco di chiarire "Non è possibile -che su argomenti così importanti possa esserci anche solo l´ombra di un sospetto. La legalità sempre e comunque. Sono certo che l´amministrazione saprà chiarire tutti i passaggi. Ma nell´attesa resta un dubbio pesantissimo".