Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 535
RAGUSA - 21/12/2013
Politica - Dichiarazioni che hanno scatenato un putiferio quelle del politico ipparino

Per Assenza son pochi 11mila euro al mese!

Il parlamentare forzista è entrato nello specifico portando ad esempio il caso di chi, come lui, venendo dalla provincia,deve affrontare il soggiorno a Palermo, andare al ristorante ed assicurarsi un tetto confortevole Foto Corrierediragusa.it

Un boccone che è andato di traverso a buona parte degli inquilini dell´assemblea regionale siciliana. Il taglio di stipendi ed indennità che dall´inizio del nuovo anno è fissato in 11mila euro ha fatto storcere il naso un pò a tutti. Da una parte i grillini che hanno ritenuto il taglio del 30 per cento troppo esiguo e dall´altra chi ritiene che ci vuole una dignità del ruolo che si traduce automaticamente in un riconoscimento economico adeguato. La pensa così Giorgio Assenza (foto), neo approdato in Forza Italia, che in aula ha difeso la categoria «Cerchiamo di acquistare la dignità del nostro ruolo, ne va del popolo siciliano». Assenza, avvocato navigato e di lungo corso, non ha disconosciuto l´opportunità dei sacrifici ma ha anche detto: "Questo provvedimento è ammantato di ipocrisia e innumerevoli contraddizioni: un deputato in realtà prende meno di un terzo dello stipendio di un dirigente e ancor meno rispetto a uno di quei conduttori televisivi che poi sollevano questi problemi nei talk show. Inoltre non si può non tenere conto del fatto che queste somme vengono sensibilmente ridotte dagli elevatissimi livelli di tassazione, dunque non si parla di uno stipendio spropositato rispetto alle responsabilità del ruolo istituzionale. Bisognerebbe decidere se la politica la si vuole riservare solo a chi ne fa un mestiere o a chi, al contrario, dispone di grandi patrimoni, oppure se vogliamo garantire le condizioni per tutte le categorie possano accettare di svolgerla senza essere penalizzati».

Il parlamentare forzista è entrato poi nello specifico portando ad esempio il caso di chi, come lui, venendo dalla provincia,deve affrontare il soggiorno a Palermo, andare al ristorante ed assicurarsi un tetto confortevole. Possono bastare gli scarsi ottomila euro netti che l´Ars garantisce? La dignità, è vero ha un costo, ed anche la democrazia, ma un bagno di umiltà e di sereno realismo non guasterebbe tanto per accorciare le distanze tra il palazzo e la realtà quotidiana.


Per Maurizio
24/12/2013 | 13.05.29
Gianni

Gentile Maurizio, sicuramente sarai stipendiato con denaro pubblico e non puoi capire.
Come facevo notare al parlamentare nel mio commento (il primo), l’enorme differenza tra i conduttori televisivi e loro è che i primi possono essere licenziati se non rendono come previsto. Lo stesso vale per i calciatori da te menzionati, strapagati da società PRIVATE con denaro PRIVATO.
Ti assicuro che chi addita il tuo parlamentare che, «giorno dopo giorno, mette la sua "faccia" per difendere le categorie bistrattate dal sistema e che fa politica in modo onesto e leale», non può vergognarsi perché per campare la propria famiglia con meno di 1000 euro al mese, gli ha rafforzato la DIGNITA’….cosa sconosciuta da chi reputa pochi 11000 euro al mese e da chi lo difende.
BUONSENSO E COMPRENSIONE!!!!!!!!


Rettifica di parte del commento
24/12/2013 | 10.21.17
Maurizio Fidone

Nella rilettura del mio commento scritto "a caldo" ho notato che nella mia frase "ignari di aver fatto il gioco di quelli che, invece, usano la politica per i loro sporchi giochetti" potrebbe intendersi che "quelli" sia riferito alla categoria dei giornalisti, ma io intendo riferirlo a quei politici che si nascondono dietro l´assunto che i politici sono tutti uguali, a quei politici che cercano in tutti i modi di mischiarsi e di confondersi fra quelli onesti per continuare a fare, indisturbati, i loro sporchi giochetti. Quindi, mi scuso pubblicamente con la categoria dei giornalisti se posso avere ingenerato tale equivoco e con l´occasione auguro a tutti Voi un sereno Natale e un buon 2014 per il Vostro importante e delicato lavoro.


Bravi! Avete fatto la vostra p*****a figura!
24/12/2013 | 9.11.29
Maurizio Fidone

Io remo contro la corrente di un giornalismo che ha il potere di puntare il dito contro qualcuno e di convincere la folla assetata di giustizia a lapidarlo! Ma voi che avete commentato, conoscete il contesto da cui é stata tratta e poi strumentalizzata la notizia? Invece di inveire contro una persona che, giorno dopo giorno, mette la sua "faccia" per difendere le categorie bistrattate dal sistema e che fa politica in modo onesto e leale, sfogatevi ... non so ... contro i calciatori di serie A e i loro allenatori, che da soli, con un contributo ciascuno, potrebbero risanare l´intera economia nazionale! Dovreste vergognarvi voi, per quello che avete scritto, ignari di aver fatto il gioco di quelli che, invece, usano la politica per i loro sporchi giochetti e di aver colpito uno di quelli che lavorano e vigilano per la legalità e il benessere della collettività!


senza parole
23/12/2013 | 11.47.33
angelo

vergognaaaaaa


VERGOGNA!!!!
22/12/2013 | 16.30.02
Max

Già la faccia dice tutto!!!! Ti dovresti a dir poco vergognare!!!!! E poi parli di dignità del tuo ruolo!!!!