Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1210
RAGUSA - 21/12/2013
Politica - L’amministrazione vuole dare corso a quanto annunciato nel corso della campagna elettorale

A Ragusa taglio indennità pure nel 2014

Ridotti gli stipendi percepiti dal sindaco, dagli assessori e dal presidente del Consiglio comunale Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco Federico Piccitto (foto) conferma il taglio delle indennità anche per il 2014. L´amministrazione vuole così dare corso a quanto annunciato nel corso della campagna elettorale che prevedeva il taglio del trenta per cento sui compensi. Da luglio ad oggi il ridimensionamento delle indennità era stato motivato con lo sforamento avvenuto del Patto di stabilità mentre per il nuovo anno si tratta di una scelta "politica" visto che sarà attestato il rientro dallo sforamento. Ad essere interessati sono gli stipendi percepiti dal sindaco, dagli assessori e dal presidente del Consiglio comunale, la cui indennità è equiparata a quella degli amministratori. Il sindaco sta valutando nel frattempo, con la consulenza dei funzionari, quale strumento adottare per fra confluire le somme risparmiate in un capitolo specifico. L´idea è quella di operare il taglio alla fonte e di canalizzare le somme risparmiate in un fondo destinato a progetti speciali. Se questa soluzione non dovesse essere praticabile sindaco ed amministratori restituiranno direttamente la somma decurtata.

Per effetto di questa scelta la somma prevista in capitolo quale indennità per gli amministratori, relativamente al primo semestre, è di poco più di 107 mila euro mentre per il passato si sono spesi 170 mila euro. Per quanto riguarda il sindaco la retribuzione sarà di tre mila 826 euro lordi, rispetto a DiPasquale che percepiva cinque mila 929 euro. Gli assessori avranno un´indennità di due mila 487 euro, i precedenti amministratori avevano un´indennità di tre mila 853 euro. Le somma sono tutte al lordo.