Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 828
RAGUSA - 23/10/2013
Politica - Criticata la scelta della maggioranza di bocciare la gran parte degli emendamenti

Muro contro muro tra M5S ed opposizioni in consiglio

Approvata invece all’unanimità la revisione generale e l’aggiornamento del Piano di Protezione Civile e la predisposizione della parte relativa al Rischio Sismico

E´ ancora muro contro muro in consiglio comunali. I venti consiglieri pentastellati bocciano ben 14 dei 15 emendamenti presentati dalle opposizioni sulla modifica del Regolamento per l´uso e la distribuzione dell´acqua potabile. Anche su altre mozioni e comunicazioni il M5s ha tirato dritto per la sua strada così come aveva fatto nella precedente seduta quando i consiglieri di maggioranza avevano interrotto la seduta per recarsi la loro solidarietà alle mamme dei disabili che protestano alla provincia. Dice Giorgio Mirabella di Idee per Ragusa: "I Cinque stelle hanno invece scelto ancora una volta di delegittimare questa aula, preferendo una azione di mera propaganda al fine di apparire sui giornali. Di concreto invece la Giunta Piccitto cosa ha fatto? Ebbene, attraverso la presentazione un ordine del giorno, firmato da tutti i consiglieri di minoranza, intendiamo impegnare l´amministrazione a garantire, a costo zero, alle famiglie di alunni diversamente abili residenti in città, il servizio di assistenza specialistica ed il trasporto nelle sedi delle scuole medie superiori".

Anche sul Consorzio universitario le opposizioni hanno presentato un ordine del giorno chiedendo lumi sul pagamento dei dipendenti del Cui e sui versamenti che il comune deve assicurare per l´annualità in corso. Approvata invece all´unanimità la revisione generale e l´aggiornamento del Piano di Protezione Civile e la predisposizione della parte relativa al Rischio Sismico. Un corposo atto, composto da più di trenta tavole fra relazione generale ed allegati, redatto dall´architetto Marcello Dimartino, responsabile della Protezione civile comunale, coadiuvato da uno staff di tecnici. "Un documento che per essere il più funzionale possibile - precisa Dimartino - verrà rimodulato almeno ogni sei mesi. Sarà importante condividere con la popolazione questo strumento di prevenzione, utile nei casi di eventi calamitosi. Una parte importante del piano sarà proprio quella relativa alla comunicazione".