Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 333
RAGUSA - 16/10/2013
Politica - Il consiglio comunale ha approvato la delibera a maggioranza.

Cambia sistema rifiuti a Ragusa, ora c´è l´Aro

Costituito il nuovo organismo insieme a Chiaramonte. Obiettivo 70 percento nella raccolta porta a porta

Il consiglio comunale ha dato il via libera all´Aro. L´area di raccolta ottimale è stata costituita insieme al comune di Chiaramonte che, tra quelli interpellati, S. Croce, Giarratana e Monterosso,è stato l´unico ad aderire alla proposta avanzata dall´amministrazione Piccitto. L´Aro si occuperà dello spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani. La delibera è stata approvata a maggioranza con i cinque voti contrari dell´opposizione ma Giorgio Massari e Mario D´Asta hanno votato a favore. Sull´argomento ha relazionato l´assessore all´Ambiente, Claudio Conti, che ha ricordato come lo schema di convenzione era stato già approvato dalla giunta alla luce del fatto che le Srr (Società regolamentazione rifiuti) istituite dalla Regione non sono state ancora costituite per cui la legge dà facoltà ai singoli comuni di associarsi secondo una convenzione già predisposta che dà pochi margini di manovra alle singole amministrazioni.

Conti ha ricordato che Ragusa ha poche scelte e che deve puntare a raggiungere al più presto il 70 per cento nella raccolta differenziata porta a porta perchè la discarica è in esaurimento e i costi del servizio sono destinati a lievitare fino ad un milione l´anno. Realizzare un nuovo sito, inoltre, la quarta vasca, comporta tre anni di lavoro. Nella visione dell´amministrazione Piccitto l´Aro appare dunque la scelta migliore al momento e sicuramente quella più rispondente alle esigenze della città.