Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1159
RAGUSA - 01/08/2013
Politica - Si va a grandi passi verso il congresso di autunno quando tutti i nodi verranno al pettine

Caos Pd a Ragusa, ora c´è anche il terzo circolo

La posizione del segretario cittadino Peppe Calabrese è sempre più liquida

Il Pd cittadino non si fa mancare niente. C´era una volta un circolo, poi ne sorse un altro ma non è stato sufficiente. Ed ecco che è stato creato il terzo circolo della città. Quasi un´impresa dopo una sconfitta elettorale che resterà negli annali ma da cui forse discende una separazione in più rivoli. Peppe Calabrese resta formalmente il segretario cittadino ma sono ormai pochi a crederci, se non l´interessato ed i fedelissimi. Ci si prepara invece verso il congresso d´autunno quando tutti i nodi verranno al pettine. Il terzo circolo fa capo ai renziani ed ai "movimentisti" dentro il Pd, a chi non si riconosce in calabrese e gli addebita anche scelte inopinate come quella di sostenere l´ex cuffariano Giovanni Cosentini ma non ci sta a ritornare al passato consolidato in tutti i sensi nella figura di Gianni Battaglia e compagni. Ed ecco allora che Mario D´Asta, Giorgio Massari, Elio Accardi hanno preso l´iniziativa ed hanno dato vita al terzo circolo.

Perchè? Ecco quello che dicono: "Moltiplicare gli spazi dell’ impegno e del confronto propri del pluralismo culturale e politico che ha caratterizzato la nascita del partito democratico, al fine di rinnovare,rielaborare ed approfondire le idee fondative del partito, costruendo un’arena urbana strutturata dell’interazione e dell’incontro, per mettere in campo progetti di crescita, di ben-essere e di democrazia per la nostra città, capaci di contrastare il declino culturale, civile ed economico di Ragusa e l’irrilevanza della proposta politica del PD.

I sottoscritti sono convinti che il risultato delle ultime amministrative ha rappresentato una svolta nella cultura politica ragusana ed imponga una nuova fase nella vita del Pd a Ragusa. Siamo convinti che il necessario rinnovamento del partito democratico passa attraverso il ritorno alle origini: a quel partito capace di essere casa accogliente e luogo di dialogo e di sintesi tra culture e sensibilità diverse. Il nuovo circolo vuole, quindi, contribuire a pro-gettare cioè a « gettare nel futuro» una nuova visione del partito e una nuova visone della città, attivando una identificazione virtuosa tra progetto politico e progetto di città, uscendo quindi dagli sterili schemi dei dibattiti della politica politicante per entrare nella concretezza politica del perché, del come e del cosa fare per vivere da cittadini ricchi di dignità e radicati nella Ragusa di oggi.

E poi le firme di Elio Accardi; Alessandro Anfuso; Fabio; Carmelo Anzaldo Carmelo;Assennato Duilio;Barracca Antonio Gianni Battaglia, Carmelo Boncoraglio Carmelo;Brugaletta Luigi;Campo Rosario;Caruso Andrea;Cascone Enzo;D’Asta Mario Delstabile Francesco; Giuseppe Digrandi, Giuseppe Dragonetti Carmelo Ferrera,Francesca Guastella , Carmelo Laporta , Giuseppe Lizzio , Giuliana Martines Giuliana, Emanuele Massari, Giorgio Massari, Giacomo Mastruzzo Giacomo, Moltisanti Giovanni, Montemagno Emanuela;Noto Alessandro;Occhipinti Adriano;Occhipinti Carmelo;Occhipinti Emanuele, Occhipinti Riccardo, Vito Piruzza, Paola Puzzo, Schembari, Vincenzo;Seminara Stefano, Carlo Tidona, Salvatore Tidona.