Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 538
RAGUSA - 25/07/2013
Politica - Lo ha imposto lo sforamento del Patto di stabilità

A Ragusa tagli del 30% al costo della politica

Negli ultimi sei mesi dell’anno sono stati previsti in bilancio poco meno di 18 mila euro rispetto ai 30 dello scorso anno Foto Corrierediragusa.it

Trenta per cento in meno. E´ quanto costerà ai cittadini ragusani la giunta guidata da Federico Piccitto (nella foto). Forse non è stata una scelta ma è stata certamente una necessità perchè lo sforamento del patto di stabilità ha imposto il netto taglio delle indennità. Accade così che dai quasi 30 mila euro dello scorso anno si passerà ai quasi 18 mila euro di quest´anno tanto che nell´apposito capitolo di Bilancio è stata iscrittala somma complessiva di 17 mila 888 euro. Il sindaco percepirà 3 mila 826 euro lordi che con una tassazione media del 35 per cento si abbasserà a poco più di due mila euro.

Piccitto tra l´altro si è messo in aspettativa dalla sua azienda per esercitare la meglio il suo mandato e lo stesso ha fatto il suo vice Massimo Iannucci che percepirà due mila 869 euro, sempre al lordo. Per gli assessori la somma corrisposta, sempre al lordo, è di due mila 487 euro. Quanti non sono in aspettativa, tuttavia, percepiranno la metà, ovvero 1.243 euro. Per l´ente ci saranno risparmi anche per l´attività istituzionale dei consiglieri comunali e dello stesso presidente del consiglio, Giovanni Iacono, che non essendo in aspettativa, guadagnerà quanto un assessore, 1.243 euro. I gettoni di presenza dei consiglieri sono di 44 euro lordi.